In questa tredicesima puntata della nostra rubrica 6Shots abbiamo chiacchierato con Gamuel Sori, giovane talento italiano da poco uscito su Spinnin Rec in collaborazione con Mr. Belt & Wezol, ma con alle spalle uscite su Confession e Musical Freedom e supporti da Selected e House Nation.

youBEAT: Stai lavorando simultaneamente a produzioni a tuo nome e a produzioni per cantanti. Pensi sia necessario differenziare per un artista nel 2022?

Gamuel Sori: Penso che dipenda molto dall’approccio che ognuno ha con la propria creatività. Io tendo sempre a “tenermi impegnato” mentre magari attendo conferme per altre cose a cui sto lavorando, ma conosco anche colleghi che preferiscono lavorare solamente ad una cosa.


youBEAT: Quali sono i progetti per l’estate? Tracce, festival, eventi…

Gamuel Sori: Per questa estate ci sarà ancora della nuova musica a nome “Gamuel Sori”, per essere sicuri di farvi fare delle vacanze con il giusto sound. Poi sinceramente ho in programma solamente di rilassarmi e scrivere nuova musica.


youBEAT: Che fine ha fatto BACK2BLACK?

Gamuel Sori: Back2Black per ora è in pausa. Sto concentrando tante energie sul progetto Gamuel Sori, ma sto facendo tanto brainstorming dietro le quinte per capire con che sound tornare a bomba prossimamente anche con quel progetto a cui tengo molto.


youBEAT: Come vedi la scena italiana dei giovani produttori emergenti? Sta cambiando qualcosa?

Gamuel Sori: Sto notando molti miglioramenti tra i nuovi producers, più supporto reciproco, più aiuti rispetto a qualche anno fa. Poi io nel mio piccolo cerco sempre di aiutare, ho creato un piccolo gruppo whatsapp con annessa playlist su Spotify dal nome “Deep House Italia”, dove potersi confrontare su propri lavori, nuove uscite e quant’altro.


 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gamuel Sori (@gamuelsori)

youBEAT: Com’è nata la tua collaborazione con Mr. Belt & Wezol uscita su Spinnin Rec? Raccontaci qualche retroscena.

Gamuel Sori: Essenzialmente siamo stati messi in contatto tramite il publisher con cui collaboro, poi dopo qualche messaggio su Instagram abbiamo deciso la demo da finalizzare insieme. Ho mandato loro stems e poco dopo è venuta fuori l’attuale versione di Genesis. Per me è un grande onore lavorare con loro poiché sono anche un loro grande fan dai “tempi d’oro” della Future House. A loro ha fatto molto piacere il fatto che io gli abbia detto che anni fa guardavo i loro tutorial per migliorare le mie skills su YouTube.


youBEAT: Pro e contro di produrre due generi diversi tra loro?

Gamuel Sori: Io lo vedo solamente come un Pro sinceramente. Penso che un producer bravo sia anche un producer versatile, che quindi sappia spaziare tra generi. Io lo vedo anche come una possibilità di “riposare le orecchie” dal focus si un lavoro di un determinato genere. Se proprio dobbiamo trovare un contro, è più difficile specializzarsi su diversi generi piuttosto che uno solo, difficile ma non impossibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.