Sono passati poco più di due anni dalla prematura scomparsa di Tim Bergling, colui che ha rivoluzionato il concetto di EDM. Il suo ricordo, la sua musica e la sua presenza non sono mai mancati nelle nostre playlist, in radio e soprattutto nei nostri cuori.

Oggi più che mai, il nome di Avicii torna a rieccheggiare grazie ad una nuova iniziativa che vedrà luce nel 2021. Il prossimo anno, infatti, verrà inaugurato “Avicii Experience“, un museo dedicato ad uno degli artisti più influenti del nostro tempo. Una superstar globale, amata da chiunque, meritatamente insignita di un piccolo luogo di culto. Un personalissimo spazio dedicato, che prenderà presto il titolo di “luogo di pellegrinaggio” per tutti i fan che lo hanno amato e supportato.

Avicii Experience ripercorrerà l’intera carriera della leggenda svedese, dagli albori delle prime produzioni nella sua cameretta come “bedroom producer” fino allo studio di Los Angeles. Un tempio sacro ricco di memorabilia del “nostro” Tim, tappezzato di foto esclusive e tanta tanta musica assolutamente inedita. Proprio quest’ultima componente è la più interessante: oltre al materiale inedito col quale furono completate le tracce dell’album postumo TIM, verranno riprodotte anche le primissime bozze di “Levels“.

In tantissimi hanno conosciuto il nome di Avicii grazie a questa hit mondiale, recentemente dichiarata Anthem per eccellenza di Tomorroland, e di cui vi abbiamo già parlato. La possibilità di poter ascoltare le prime bozze di una traccia che ha segnato la storia della musica elettronica, è un’occasione unica per qualunque producer o appassionato di EDM.

Questo museo interattivo verrà rilocato all’interno dell’area SPACE nella sua città natìa, Stoccolma. L’area di 7500mq sarà composta da sette piani interamente dedicati alla musica ed al gaming, due realtà che stanno correndo sempre di più nella stessa direzione. Soprattutto un binomio che va incontro alle passioni dei più giovani, come ha detto il padre di Tim, Klas Bergling.

Parte dei contributi andrà in beneficenza alla Tim Bergling Foundation, fondata dai genitori di Tim a seguito della sua scomparsa. Nata con lo scopo di venire incontro alle nuove generazioni, promuove attività di prevenzione di malattie mentali nei più giovani.

Due anni dopo una delle più tragiche perdite della musica elettronica, Tim e la sua musica sono tornati con un loro nuovo luogo di culto. Un tempio in cui rendere omaggio ad uno degli artisti che più di tutti ha segnato la nostra generazione.

About Matteo Florio

Fiorentino, laureato in Mediazione Linguistica e Culturale, bass-addicted, bass-lover, bass-head.. insomma: BASS. Grande appassionato di Club Culture, vivo la mia vita a suon di BPM e cerco di raccontare a 360° la mia più grande passione: la Musica Elettronica. Ah, e mi piace deadmau5.

View all posts by Matteo Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *