Rediscover è uno di quei progetti che forse senza la quarantena, il lockdown e il Covid19 non ci sarebbe stato. E’ vero, non è stato un periodo produttivo proprio per tutti. Ma un gruppo di ragazzi di Reggio Emilia, uniti dalla passione per la musica e il proprio territorio, hanno deciso di realizzare questo format di cui ora vi vogliamo svelare tutti i retroscena.

Cos’è Rediscover?

Possiamo mettere Rediscover su un piano pratico, e vedere una serie di video divisi per capitoli. Il team ha registrato diversi dj set sia in movimento che statici ma ambientati in location storico-culturali di rilievo. Il format unisce musica elettronica con paesaggi mozzafiato. Un vero e proprio viaggio a tappe dalla pianura alla montagna, partendo dal centro urbano, passando per castelli e piccoli borghi medievali, fino ad arrivare sulla cima di una montagna dell’Appennino Tosco-Emiliano

Rediscover 2

Come e a quale scopo è nato Rediscover?

Durante il periodo di lockdown di aprile 2020 si è iniziato a pensare ad un modo alternativo per portare le persone alla riscoperta dei propri territori. Il team di Rediscover, molto legato alla propria terra, ha pensato valesse la pena valorizzarne le bellezze. Durante le fasi iniziali del progetto i ragazzi si sono resi conto che molti reggiani non conoscono i posti più iconici che li circondano. Ed è qui che nasce la più grande motivazione di questo progetto: la passione! La voglia di mostrare questi luoghi con la forza della musica, considerata dal gruppo un aggregatore, per promuovere una nuova forma di turismo locale sostenibile attraverso un’esperienza coinvolgente, semplicemente dando nuova luce a luoghi conosciuti ma non apprezzati con il mood che meritano. 

Rediscover 3

Dove vuole arrivare Rediscover? Lontano!

L’obiettivo di Rediscover è sicuramente l’espansione in futuro. E’ stato infatti concepito come un format flessibile, universale. Più viaggi musicali in diverse realtà, con la convinzione che ci siano moltissimi luoghi da riscoprire. Tesi confermata da quello che è stato il capostipite di questa categoria di progetti, Cercle, che prima in Francia e poi in tutto il Mondo ci ha mostrato bellezze talvolta sconosciute.

Per noi Rediscover ha tutte le carte in regola per arrivare allo stesso livello del progetto francese. A maggior ragione visto che il nostro paese è da sempre la culla della cultura e della storia ed è così pieno di posti quasi dimenticati quanto magnifici da riaccendere grazie alla musica. Non è sempre facile rapportarsi con degli enti, ma Rediscover è stato supportato da vari comuni del territorio e associazioni di promozione territoriale di Reggio Emilia. Speriamo che anche altri enti e comuni d’Italia si mostrino aperti alla voglia e alla passione di questi ragazzi per la musica e le meraviglie dell’Italia. Noi diamo tutto il nostro supporto a un progetto giovane e che sicuramente non finirà di stupirci qui. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *