Edizione da record per Nameless Music Festival 2022 che registra la partecipazione di 100mila persone in quattro giornate dedicate alle più svariate sfaccettature del panorama EDM, oltre che hip pop e trap, nella nuova location della Poncia tra Annone, Bosisio Parini e Molteno.

Questa nuova località ha preso il posto della storica sede di Barzio, in Valsassina, che ormai era diventata troppo piccola e di difficile gestione per la mole di persone mobilitate dall’evento. Sono ormai diverse edizioni infatti che gli spettatori di NMF raggiungono il festival non solo da tutta Italia ma anche dall’Europa e da oltre oceano.

Nameless si conferma quindi essere uno degli appuntamenti più attesi e apprezzati del panorama musicale italiano non solo per i sostenitori storici dell’evento che affollano da anni il mainstage dedicato interamente alla musica elettronica, ma anche da un nuovo pubblico che negli anni ha visto sviluppare un secondo stage dedicato all’hip hop e alle star della trap.

 

Ad accompagnare i due stage principali denominati Lake Tent e Mountain Stage anche quest’anno è stato riproposto, con grande apprezzamento da parte degli amanti della Tech House e delle sonorità più underground, il terzo stage Molinari Igloo ed infine un ultimo angolo di paradiso denominato RedBull Unforeseen, posizionato nella parte posteriore del mainstage e accessibile solo tramite “password”, nel quale è stato possibile trovare, tra le altre cose, anche una piscina e una vasca idromassaggio.

«Quest’edizione è stata particolarmente speciale. La cosa che ci ha reso più felici è stata poter finalmente lasciarsi alle spalle due anni difficili – dichiara Alberto Fumagalli, CEO di NAMELESS FESTIVAL – Sono stati quattro giorni incredibili, dove artisti italiani e internazionali si sono esibiti su i nostri palchi davanti un pubblico eterogeneo e vastissimo. Siamo orgogliosi perché questa edizione ha richiamato partecipanti anche da moltissimi paesi esteri, oltre che da tutta Italia. Nameless sta crescendo e senza il pubblico che ci ha sempre sostenuto non sarebbe stato possibile»

L’esperienza di NMF 2022 si è suddivisa in 4 giornate (+1) in cui decine di artisti si sono dati il cambio nei vari palchi dell’evento per portare, ancora una volta, il festival al pari dei più famosi eventi internazionali.

Il Day 0 di Nameless è stato un omaggio agli abitanti dell’Oggionese, infatti mercoledì 1 Giugno sono saliti sul palco AlbertinoFargettaMolella e Prezioso per un indimenticabile Deejay Time sulle note delle hit degli anni ’90 e della musica dance. Lo show ha fatto da apripista al Deejay Time AdvenTour 2022, che porterà la musica del Deejay Time nei club e nelle piazze di tutta Italia da giugno a settembre.

Ad inaugurare il Day 1 sono stati artisti del calibro di TiëstoJoel Corry, Will SparksHabstrakt e i Moksi per quanto riguarda il mainstage, mentre sul Mountain Stage sono saliti ErniaLuchèNoyz NarcosRhove, Drefgold, Nerone e Anna. L’Igloo Molinari ha ospitato DJ Ralf e Alex Neri oltre che Giancarlino, GNMR e Luca Vera.

Di seguito un recap dei migliori momenti che abbiamo catturato da ospiti del festival:

Per quanto riguarda il Day 2 tra i tanti artisti che si sono esibiti citiamo AfrojackPurple Disco MachineLil PumpTony Effe (raggiunto poi da Pyrex e Wayne), GeolierPakyMortenDom Dolla, James HypeNextars e Astrality. 

Nick van de Wall, in arte Afrojack, ha saputo far saltare la dancefloor come tutti attendevano di fare ormai dall’edizione del 2019, con un set energico che è stato in grado di fare seguito agli animi già caldi grazie anche al set del suo predecessore Purple Disco Machine, che da tempo ci ha abituati alle sue sonorità per palati fini. Chi sta scrivendo questo paragrafo ha avuto il piacere di assistere ad una performance di Afrojack nell’ormai lontano 2011 ad un altro evento tenutosi in Italia, dalle parti di Venezia ed oggi, a distanza di 11 anni, è doveroso confermare che l’energia dei suoi set si può quasi avvertire anche il giorno successivo, quando, girando tra i vari stage, ci è capitato di incrociare varie persone che ancora ne parlavano e volentieri spendevano anche con noi qualche parola sulle good vibes ancora nell’aria. A dire la verità, il Day 2 si preannunciava già caldo dal primo pomeriggio. Basti infatti pensare al set di Nextars, che ha saputo mescolare Dubstep e Riddim già quando il sole era ancora alto, a poco più di un’ora dall’apertura dei cancelli. Per quanto riguarda L’Igloo Molinari, impossibile non menzionare il set di Astrality, letteralmente un viaggio ad occhi aperti, così come meritano una menzione gli ormai veterani di Nameless Havoc & Lawn.

Il Day 3 è stato monopolizzato dai set di IlleniumKayzoAcraze, Riton e Merk & Kremont mentre nel secondo stage hanno catturato l’attenzione le performance di Centrale Cee, per la prima volta in assoluto in Italia, bbno$Massimo Pericolo, Il PaganteNello Traver e Mara Sattei.

Illenium, che era già stato in Italia per una tappa al Fabrique di Milano, ha chiuso la giornata con un set caratterizzato da sonorità Future Bass e Dubstep, mentre Kayzo, ospite per la terza volta di NMF, ha portato un suo tipico set pieno di Dubstep/Riddim e generi prediletti dai tanti headbangers presenti, che si è però contrapposto alle tracce House proposte precedentemente da Acraze.

Il Day 4 ha avuto degna conclusione con le esplosive performance di Dj SnakeTopicBenny BenassiGuéLazza, VillabanksMamboloscoBoro BoroRosa ChemicalFred De Palma, ShouseApasheD.O.D., Tita LauPretty PinkHawk, BasicsSlingsTheloniousBAxellEpoqueELE AIce-StainBassel DarwishEtapp Kyle b2bUndercattBlack Fancy Bina.

L’ultima giornata di Nameless 2022, parlando del mainstage, è iniziata con l’energico set dei Basics, che non si sono risparmiati in quanto a tracce decisamente riempipista e CO2. In un secondo momento tutta l’area è stata coinvolta dal passaggio di un potente acquazzone al quale però tutto lo staff ha saputo prontamente far fronte, coadiuvato da un pubblico che non si è lasciato intimorire dal maltempo ma che anzi, una volta ripreso il set di Tita Lau, ha omaggiato la dj e producer intonando cori e canzoni in suo onore, fino a farle scendere una tenera lacrima, durante quello che, per sua stessa ammissione, era il suo primo set ad un festival. D.O.D. e Apashe hanno fatto poi presto a far alzare le temperature, proponendo due set davvero capaci di divertire, in attesa delle battute finali. Doverosa menzione d’onore allo “zio” Benny Benassi, che ha più volte ringraziato tutte le migliaia di persone presenti, trasmettendo quell’energia che solo un veterano della consolle sa fare. Dopo il set di Topic, che ci ha particolarmente colpito in senso positivo, ma c’era da aspettarselo, è stata la volta di Dj Snake, che non ha di certo lesinato per quanto riguarda la cassa dritta in 4/4 e le sonorità per le quali ben lo conosciamo, facendo scatenare chiunque fosse in pista, portando il pubblico alla conclusione anche di questa edizione, che ha visto la sua degna chiusura sulle note di L’amour Toujours di Gigi D’agostino, in un tripudio finale di baci, abbracci ed anche qualche lacrima, il tutto sotto il cielo illuminato dall’ormai consueto spettacolo pirotecnico.

Perché questi non sono stati soltanto 4 giorni di festa, ma infiniti modi di vivere la musica, con le sue altrettanto infinite sfaccettature.

Grazie Nameless, ci vediamo il prossimo anno!

Clicca QUI per rivivere l’intera esperienza di NMF2022 vista dagli occhi di youBEAT!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.