LEONY è una cantante tedesca che ha scalato tutte le classifiche europee, iniziando collaborando con enormi nomi del panorama EDM come Sam Feldt, Alan Walker e Imanbek, si è ora stabilità come uno dei migliori prospetti del genere con una carriera solista che l’ha vista racimolare centinaia di milioni di plays, ottenendo un successo planetario con le hit Faded Love e la più recente Remedy.

Abbiamo avuto l’ opportunità di intervistare LEONY prima della sua apparizione al Fabrique di Milano, dove abbiamo parlato delle sue origini, del suo presente e dei suoi piani futuri.

E’ un piacere incontrarti finalmente LEONY, parliamo dei tuoi primi passi, dalla vittoria del contest TRL Rising Star nel 2014  al successo degli ultimi anni con le tue hit, come è iniziato il tutto?

LEONY: a Rising Star ho incontrato le prime persone che mi hanno introdotto al music business, quella è stata la mia prima esperienza con l’industria; nel frattempo stavo scrivendo moltissimo in giro per il mondo tra Londra, Stoccolma e Los Angeles ma nulla sembrava funzionare, stavo ancora cercando la mia dimensione chiedendomi “Che musica voglio fare davvero?”.
Finalmente qualche anno fa ho incontrato il mio producer e attuale manager, VIZE, Vitalij, e da allora tutto è cambiato. Abbiamo cominciato a lavorare insieme ogni giorno e a sperimentare con suoni più EDM, così sono nati pezzi come Remedy, Paradies e Pieces.

Ci sono stati artisti particolari che ti hanno ispirato quando hai iniziato, o che ti ispirano tutt’ora?

LEONY: Principalmente Christina Aguilera e Alicia Keys, quest’ultima anche per le tastiere che suonava sul palco, che mi hanno ispirato anche come pianista. Ma in generale vengo influenzata da molti tipi di musica, la stessa Remedy è ispirata ai suoni degli anni ’80 ad esempio.

Hai menzionato VIZE prima, avete lavorato assieme a  diverse tracce e hai anche detto che è uno dei tuoi manager: come è iniziata questa partnership?

LEONY: Vitalij era un nome già stabilito a Berlino in quegli anni, conoscevo lui e il suo nome ma non ci siamo mai incontrati prima che mi contattasse un giorno di tre anni fa su IG chiedendomi di vederci in studio. Da allora ci siamo visti quasi ogni giorno per produrre insieme e mi ha davvero aiutato a trovare la mia dimensione, musicalmente siamo molto affini.

Avete mai considerato di fare coppia fissa nella musica con una band?

LEONY: Ci pensiamo spesso, ma penso che solo il tempo saprà dirlo, non abbiamo pianificato nulla ma abbiamo una grande intesa.

La tua voce è ormai legata alla recente scena EDM, pensi che dopo due anni di pandemia il genere sia pronto a tornare sui dancefloor, dove ha sempre trovato la sua massima espressione?

LEONY: penso che dopo due anni di digiuno la gente abbia solo voglia di tornare a ballare, proprio qualche giorno fa hanno riaperto i club in Germania e c’erano lunghissime file di persone in attesa di entrare e godersi la propria musica preferita, quindi si, penso che anche l’EDM possa giovare del momento.

Parlando di riaperture, hai in programma di tornare sul palco di qualche grande festival quest’estate? O hai magari qualche tour in cantiere?

LEONY: Ho avuto la fortuna di poter suonare a diversi festival in Germania lo scorso anno, abbiamo considerato di organizzare un tour ma pensiamo sia un po’ troppo presto, quest’estate ci concentreremo sui festival e le apparizioni in radio, poi dall’anno prossimo si vedrà

Un’ultima domanda: è troppo presto anche per un album o un EP?

LEONY: E’ sicuramente già in cantiere, stiamo cominciando a rilasciare sempre più musica e spero che entro l’anno prossimo sia già pronto.

LEONY è apparsa come special guest durante il Disco Radio Party @ Fabrique a Milano lo scorso 5 Marzo, dove ha cantato le sue ultime hits “Remedy” e “Faded Love”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.