UNA RIEDIZIONE ESTESA DELL’ALBUM VINCITORE DI 5 GRAMMY AWARD DEL LEGGENDARIO DUO DELLA MUSICA ELETTRONICA
AL SUO INTERNO 35 MINUTI DI MUSICA INEDITA TRA DEMO E OUTTAKE!

FUORI ORA!

È stata un’esperienza unica ascoltare ieri a Milano in qualità audio spaziale Dolby Atmos la versione celebrativa per i 10 anni di anniversario di “Random Access Memories”dei Daft Punk, album più famoso e acclamato della band che ha vinto 5 GRAMMY Award e contenente super hit come “Get Lucky” (1B+ stream, 5X Platino in Italia) e “Instant Crush” (800M+ stream e certificato ORO in Italia).

https://youtube.com/shorts/6IHnPDAkf74?feature=share

Da oggi sarà disponibile il video, diretto da Warren Fu, di “Infinity Repeating”, demo del 2013, ultima testimonianza inedita della musica della band. Il video rappresenta perfettamente il significato e la storia del brano: un connubio ideale per quello che sarà l’ultimo video musicale della storia dei Daft Punk.
L’idea di infinito è il centro creativo di questo album ed è ancora più enfatizzata in questa traccia. Registrata per l’album originale, “Infinity Repeating” vede alla voce Julian Casablancas, che ha anche collaborato a “Instant Crush”. Basato su un loop infinito, la progressione e il testo di questa traccia lo fanno risuonare senza fine. Il concetto di un loop infinito si riflette anche nel video ufficiale come un’epica ascensione, che segue la storia degli esseri umani e il destino.
L’album “Random Access Memories” ha segnato un nuovo approccio creativo dei Daft Punk: è stato registrato nel corso di svariati anni usando una strumentazione analogica invece che digitale, e al suo interno presenta per la prima volta collaborazioni con leggende della musica come Pharrell Williams, Nile Rodgers, Giorgio Moroder, Todd Edwards e Paul Williams.

Daft Punk RAM

Per “Random Access Memories” (10th Anniversary Edition), Daft Punk mostreranno alcuni dei processi creativi più intimi che hanno caratterizzato la nascita dell’album, con 9 nuove tracce demo e outtake, per un totale di 35 minuti di musica inedita mai rilasciata prima d’ora.
Questa nuova versione sarà disponibile nei seguenti formati: triplo LP 180 grammi, doppio CD digipack e digitale.
Inoltre, la versione originale di “Random Access Memories” sarà per la prima volta disponibile in audio spaziale con Dolby Atmos su Apple Music.

Questa la tracklist di “Random Access Memories” (10th Anniversary Edition):
1. Give Life Back to Music
2. The Game of Love
3. Giorgio by Moroder
4. Within
5. Instant Crush
6. Lose Yourself To Dance
7. Touch
8. Get Lucky
9. Beyond
10. Motherboard
11. Fragments of Time
12. Doin’ it right
13. Contact
14. Horizon (Japan CD)
15. GLBTM (Studio Outtakes)
16. Infinity Repeating (2013 Demo)
17. GL (Early Take)
18. Prime (2012 Unfinished)
19. LYTD (Vocoder Tests)
20. The Writing of Fragments Of Time
21. Touch (2021 Epilogue)

L’uscita dell’album è stata anticipata dalle tracce “The Writing of Fragments of Time” e “GLBTM (Studio Outtakes)”.
Il testo di “Fragments of Time” è stato scritto e registrato con un amico e collaboratore di vecchia data dei Daft Punk, Todd Edwards (che aveva lavorato con il duo per “Face to Face” contenuto nel loro album del 2001 “Discovery”. Nei leggendari Henson Recording Studios di Los Angeles, il 29 febbraio 2012, viene registrata l’intera sessione, catturando così tutto il processo creativo che si cela dietro alla traccia: alcuni di questi momenti tra Thomas Bangalter e Todd Edwards sono racchiusi in “The Writing of Fragments of Time”.
Sono passati dieci anni dal primo sguardo dietro le quinte della lavorazione del brano e dell’origine della collaborazione, con la storia di come Todd Edwards è andato in California per poter lavorare con i Daft Punk. “The Writing of Fragments of Time” approfondisce il racconto, mostrando la realizzazione di questo brano particolarmente amato ed evidenziando il lavoro dei Daft Punk come mai è stato fatto precedentemente.

Editata appositamente per “Random Access Memories” (10th Anniversary Edition) dall’ingegnere del suono Florian Lagatta, “The Writing of Fragments of Time” è un brano-documentario che prende ispirazione dalla traccia “Giorgio by Moroder” di “Random Access Memories”, in cui il leggendario Giorgio Moroder racconta il proprio processo creativo.
Dopo l’uscita di “The Writing of Fragments of Time”, è uscito in digitale “GLBTM (Studio Outtakes)”, accompagnato anche da un video visualizer.

“GLBTM (Studio Outtakes)” è una versione iniziale e non definitiva di quella che poi è diventata “Give Life Back To Music”, prima che venisse aggiunta alla traccia qualsiasi tipo di produzione. È un vero e proprio sguardo sull’evoluzione del brano, e mostra l’importanza di tutti i suoi elementi e come si incastrino insieme per creare il risultato finale. Registrare con i musicisti è stato un aspetto fondamentale che i Daft Punk avevano deciso per questo album. Ed è per questo che gli ascoltatori possono sentire la vita, l’energia e la gioia trasmesse dagli esseri umani che suonano gli strumenti in studio.

“GLBTM (Studio Outtakes)” dà la possibilità di osservare da vicino le sperimentazioni che compongono questo processo creativo e ciò che è stato tenuto, e cosa invece è stato messo da parte. Questi outtake sono come dei registri di ricerca: gli ascoltatori possono sentire molteplici ispirazioni e direzioni in cui la canzone avrebbe potuto evolversi prima che i Daft Punk decidessero su cosa concentrarsi per finalizzare quella che poi è diventata “Give Life Back To Music”, 10 anni fa.

Il setup del WhiteStudio 2.0, con doppia porta blindata e ben 12 casse Dolby Atmos, ha reso l’esperienza di ascolto in questo contesto professionale talmente avvolgente e  affascinante da far sembrare nuove anche le grandi hit come “Get Lucky” che ormai hanno da tempo preso parte alla colonna sonora della vita un po’ di tutti.

Daft Punk RAM

_______
GRAZIE a Parole e Dintorni e Sony Music Italy per l’experience!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *