La nostra rubrica dedicata ai talenti di casa nostra questa volta ospita ENVYRO, giovane italiano che con il suo mix di metal ed EDM sta facendo molto parlare di sé.

Ciao Andrea! Puoi raccontarci i tuoi primi passi nel mondo della musica e il tuo incontro con l’EDM?

Il mio amore per la musica è nato all’incirca quando avevo 10 anni, grazie a band come Guns N’ Roses e Iron Maiden, che sono tutt’ora la mia band preferita. Da qui è nata la mia passione per la chitarra. Ho iniziato a studiare lo strumento all’età di 10 anni e arrivato ai 15 anni suonavo la chitarra anche 7/8 ore al giorno. Tutti quegli studi mi hanno aiutato tantissimo per la composizione e per sviluppare un certo senso melodico. Spesso infatti le mie melodie nascono suonando la chitarra. Il Metal è il genere musicale che mi ha influenzato di più, grazie a band, oltre a quelle già citate, come Dream Theater, Stratovarius, Children Of Bodom, At The Gates e tante tante altre. Se non avessi suonato la chitarra, sicuramente avrei suonato le tastiere, da grande amante dei sintetizzatori quale sono, grazie a tastieristi come Jordan Rudess o Jens Johansson. Anche questo amore mi ha avvicinato al mondo dell’EDM, in particolare alla Progressive House. Mi si è aperto un nuovo mondo quando ho ascoltato per la prima volta Deadmau5 e soprattutto i Pendulum, in particolare il loro album “Immersion“. Tra il 2012 ed il 2013 è nato il mio amore per la musica elettronica e tra i miei produttori preferiti cito sicuramente Zedd, Rob Swire e Axwell.

Nelle tue tracce è ancora presente l’influenza del metal. Vorresti che questo diventasse con il tempo una sorta di tuo tratto distintivo?

Ho lavorato tanto per raggiungere un mio stile e solo di recente ho iniziato a rilasciare musica in cui suono la chitarra. Questo però è proprio il mio obiettivo e spero che diventi il mio tratto distintivo. Non è semplice, perché il mio genere è pur sempre Progressive House, dunque bisogna trovare il perfetto equilibrio per rendere interessanti e piacevoli le influenze metal anche ad un appassionato di EDM.

Hai mai pensato di introdurre la chitarra in live durante un tuo set?

Questa è proprio una delle tante idee che ho in testa! Spero col tempo di realizzarla!

 

La collaborazione dei tuoi sogni?

Difficile scegliere, ma mi sento di citare Axwell o i DubVision.

Alla luce dell’attuale situazione, quale pensi potrà essere la direzione che prenderanno gli eventi in futuro?

Questa è la domanda che ci stiamo facendo un po’ tutti. Sinceramente non lo so, in quanto la situazione si evolve di settimana in settimana. Sicuramente l’industria musicale ne ha risentito molto, e ne risentirà senza dubbio ancora. Una nota positiva è che noi produttori abbiamo avuto molto tempo per dedicarci alla musica, ed io personalmente ho cercato di investire il mio tempo nella maniera più produttiva possibile.

Al momento stai lavorando su molte nuove tracce. Puoi anticipare qualcosa in esclusiva ai nostri lettori?

Ho da poco terminato 5 tracce. Due da club, in cui è presente la chitarra e altre 3 tracce più prettamente Progressive House. Poi ho 2 collaborazioni con due grandi produttori, che stiamo per finire e che spero di rilasciare presto! Continuate a seguirmi per saperne di più!

Segui ENVYRO:

Facebook//Instagram//Spotify//SoundCloud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *