Ottavo appuntamento con NEXTGEN, la nostra rubrica dedicata ai giovani talenti EDM italiani.

Questa volta ci spostiamo a Bergamo per scoprire FABLERS, che ha da poco rilasciato la sua prima traccia su Revealed Recordings.

Come hai iniziato ad avvicinarti al mondo della produzione musicale?

Tutto è iniziato circa 8/10 anni fa.
Io ed il mio migliore amico abbiamo iniziato ad avvicinarci a software come Virtual DJ e Traktor, attraverso i quali abbiamo cominciato a registrare i primi set mixati. Successivamente abbiamo comprato la nostra prima console e poi ci siamo approcciati anche al mondo della produzione, attraverso FL Studio, la DAW che uso tutt’ora. 
A quei tempi, qui a Bergamo, tra i ragazzi della mia età andava di moda il genere “Afro“, e così per divertimento e passatempo, dopo il lavoro mi cimentavo nel fare i miei primi remix. Allo stesso tempo però continuava ad interessarmi sempre più la EDM, che avevo scoperto per la prima volta insieme al mio amico, e dopo alcuni anni ho deciso di dedicarmi solo a quella.

In un particolare momento storico come quello che stiamo vivendo, che ruolo ha la musica nelle tue giornate?

Per me la musica ha un ruolo fondamentale da sempre, non c’è un giorno che trascorro senza ascoltarla. Le mie canzoni rispecchiano un po’ come mi sento.
In questo periodo di lockdown, la speranza che questa situazione si risolva presto e la vicinanza a tutte le persone che soffrono, mi portano spesso a riflettere e a pensare a come sarà il domani. Anche da questo sto prendendo ispirazione.
Ascolto tutti i generi musicali al di là della EDM, senza precluderne nessuno, e sono dell’idea che ci sia sempre qualcosa da imparare a da cui trarre ispirazione.

Puoi raccontarci come è arrivata la chiamata da parte di Revealed Recordings?

È stata un po’ inaspettata, ed è arrivata dopo circa un mese che avevo mandato loro la demo. Sinceramente non sapevo bene cosa aspettarmi. Dovete sapere che è la mia prima traccia su una label e l’ansia era davvero tanta, considerando anche l’importanza e la fama della Revealed. Ho lavorato diversi mesi a questa traccia ma in un primo momento non mi convinceva del tutto, ero quasi dell’idea di abbandonare il progetto, come capita molte volte.
Poi però, dopo aver ricevuto il vocal da Sam Knight, ascoltandolo, ho deciso di rimettermi al lavoro e perfezionare ogni dettaglio. E da lì è nata “Need You“.

Con chi vorresti collaborare?

Difficile rispondere! Ora come ora sto lavorando molto da solo, anche se in realtà un pò di nomi li avrei. Per quanto riguarda gli artisti italiani sceglierei sicuramente Wasback e Blackcode, mentre in ambito internazionale cito Dubvision, Manse e Alesso. Sono tutti sogni nel cassetto che spero si possano esaudire, prima o poi.
Inoltre mi piacerebbe collaborare anche con diversi cantanti quali Nino Lucarelli, Philip Matta, Chad Kowel oltre che Karra, Lux ed Angelike Vee.

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi progetti futuri?

Sto lavorando molto per cercare di farmi conoscere il più possibile.
Al momento la Progressive sembra che stia godendo di una nuova luce, ma al giorno d’oggi ci sono un sacco di artisti che la producono, per questo mi sto dilettando in qualcosa di diverso, per trovare un sound mio, che possa caratterizzarmi.
Spero di riuscire a farvi sentire ancora qualcosa molto presto!
Stay tuned!

Segui FABLERS:

Facebook//Instagram//Spotify//Soundcloud//YouTube//Beatport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *