“Unite with Tomorrowland” ITALIA: l’organizzazione dell’evento del 28 Luglio al Parco di Monza3 min read

Unite with Tomorrowland

Cos’è un festival? Un festival è un evento, spesso tenuto da una comunità locale, centrato su un determinato tema, di solito a carattere periodico, citerebbe il vocabolario.

Ma cosa c’è dietro ad un festival? O meglio, chi c’è? Oggi vogliamo presentare 5guys Company, la società che ha reso possibile per la prima volta Unite with Tomorrowland Italia, che si terrà il 28 luglio al Parco di Monza.

L’Italia, infatti, è fra le sette nazioni in tutto il mondo scelte per questa fantastica occasione e vivrà l’esperienza insieme ad Abu Dhabi, Libano, Malta, Messico, Spagna e Taiwan. I biglietti per l’evento sono già sold out e l’attesa cresce perché, si sa, Tomorrowland è sinonimo non solo di festival di musica elettronica ma soprattutto di esperienza a 360°.

Da sempre, varcare le porte dell’evento principale situato a Boom, in Belgio, significa entrare in un mondo parallelo a tema fantasy. 5guys Company quest’anno ha ricevuto l’onere e l’onore di riprodurre tutto ciò nel nostro Paese con Unite.

Loro sono cinque giovani imprenditori di Milano, con lo sguardo proiettato al futuro, pronti a dimostrare cosa significa dare forma a “un festival da vivere”: Marco Generali (General manager & Art director), Gianluca Solcia (CEO & Marketing director), Matteo Meazza (Sales & Partnership Director), Antonio Silvestre (Event Producer) e Michele de Marzio (Art Director). L’agenzia 5guys Company mira infatti, da sempre, ad organizzare eventi di qualità, pronta a sfidarsi e sfidare, con la voglia di mettersi in gioco e mirare alla posta più alta.

5guyscompany
5guyscompany

L’organizzazione di Tomorrowland ha colto i valori di questi ragazzi e capito che sarebbero stati abbastanza caparbi da poter riuscire nell’impresa di dare forma all’evento Unite with Tomorrowland. L’Italia sarà davvero in grado di dimostrare che è pronta ad accogliere questa realtà? I “5guys” ne sono convinti e hanno un piano di attacco molto solido. L’evento da loro proposto si baserà su tre punti fondamentali:

CREDIBILITÀ. Anche in Italia l’intero evento seguirà il tema “fantasy”. Saranno presenti tanti artisti internazionali e locali su un grande stage che richiama quello del Belgio, con tre mega ledwall. Le performance live occuperanno la maggior parte della giornata, ma ci sarà anche una diretta streaming satellitare che collegherà contemporaneamente l’evento Tomorrowland in Belgio e gli altri Paesi che si sono aggiudicati Unite (oltre a Italia, Libano, Abu Dhabi, Malta, Messico, Taiwan e Spagna). Anche gli sponsor non potranno semplicemente “mostrare il loro logo”, ma dovranno far vivere un’esperienza, venendo coinvolti nella creazione di attività in grado di alimentare questa avventura.

ESPERIENZA. 5guys Company lavora da anni sulla qualità degli eventi che produce e si è assicurata che Unite with Tomorrowland Italia sia un’esperienza indimenticabile per i fortunati che sono riusciti ad aggiudicarsi il biglietto. Un concentrato di fantasia, un mondo parallelo in cui entrare varcando delle porte magiche. Si spiega così anche la scelta accurata della location: le favole sono nelle foreste, nei parchi, nei boschi… il cemento lasciamolo da parte per un giorno. 5guys Company e Tomorrowland si sono accertati che vengano utilizzate le tecnologie più avanzate.

CONDIVISIONE. Le diversità sociali, il colore della pelle, la cultura, la religione, le tradizioni non esistono più: nel momento in cui lo spettatore varca le porte di Unite diventa una delle “People of Tomorrowland” connesse nel mondo. Non ci sono spaccature ma migliaia di occhi di ogni forma e colore che, illuminati, guardano verso l’alto e si guardano nei maxi schermi, a distanza di migliaia di chilometri. Per questo motivo “Unite”, perché non esiste incantesimo migliore del suono per farci sentire tutti uguali, parte dello stesso mondo.

Insomma, grazie al lavoro dell’Agenzia 5guys Company (https://5guyscompany.com/), l’Italia ha la grande possibilità di poter dimostrare che questa realtà è realizzabile, e chi parteciperà all’evento avrà modo di sostenere questa idea.

Non vivete per raccontare agli amici, ma per voi stessi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.