Negli ultimi mesi, un team di oltre 200 persone ha lavorato giorno e notte – per un totale di circa 32.000 ore di lavoro – con l’obiettivo di sviluppare Tomorrowland 31.12.2020, l’edizione virtuale dell’iconico festival musicale per vivere insieme, anche se distanti a causa del Coronavirus, l’ultima notte del 2020.
Il risultato finale è il più grande festival virtuale del pianeta sulla piattaforma NAOZ, che verrà utilizzata per la prima volta per trasmettere in contemporanea in tutti i 27 fusi orari le esibizioni esclusive di 28 tra i migliori artisti internazionali della scena dance/elettronica su 4 stage digitali: Atmosphere – Melodia – Planaxis – Pulse
Scopri gli artisti e la Line-Up!

DESIGN 3D, BANDIERE E COMPARSE
Saranno oltre 950.000 i partecipanti a Tomorrowland che vivranno un’esperienza innovativa e virtuale che combina design 3D con effetti speciali, fuochi d’artificio, spettacoli laser e folla realistica ed effetti sonori. Presenti anche 65.000 bandiere virtuali di oltre 193 paesi diversi.
Sono stati assunte circa 250 comparse nella vita reale (tutte a norma di COVID-19) per assicurarsi che ci fossero immagini e suoni realistici della folla, applausi e canti – tutti cronometrati secondo i set degli artisti – per generare un effetto ancora più coinvolgente.

ACQUISTA I BIGLIETTI

FUOCHI D’ARTIFICIO, LASER E LED VIRTUALI
1.200 fuochi d’artificio virtuali, 184 laser virtuali, 2.750 luci virtuali e 40.000 segnali luminosi. Tutti gli elementi tecnici che compongono lo spettacolo sono programmati e controllati allo stesso modo e dallo stesso team qualificato che lo fa per le edizioni nella vita reale, ottenendo un’immagine realistica con accenni a scenografie iconiche del passato. Inizialmente, il software non è stato progettato per aggiungere video di filmati di vita reale. Con l’aiuto degli sviluppatori, è ora possibile avere una luce volumetrica sull’artista durante il set.

Anche in questo caso le build personalizzate del software erano necessarie per essere in grado di elaborare i dati di tracciamento della telecamera in modo diverso rispetto alle soluzioni standard, leggere i dati DMX dalle console di illuminazione e integrarsi con l’ editing non lineare per passare tra le telecamere. Le API personalizzate sono state scritte per collegare pacchetti software che non hanno mai interagito prima. Sono stati utilizzati un totale di 120 computer e 30 motori di rendering, per un totale di oltre 1.000 ore di rendering, senza risparmiare sforzi per fondere nel miglior modo gli artisti negli ambienti creati e offrire uno spettacolo unico per concludere quest’anno particolare con il botto.


2 STUDI GREEN SCREEN

Tomorrowland ha costruito 2 grandi studi con “green screen” per registrare tutte le performance degli artisti, uno in Belgio e uno a Los Angeles. Gli studi dovevano essere modificati per creare un ambiente che consentisse spazio sufficiente per il team creativo con tutti i ciclorama (pareti a sfioro) di almeno 6 metri, larghi almeno 8 metri e profondi almeno 8 metri. Negli studi sono state costruite due DJ console a grandezza naturale.

Prima che le telecamere venissero installate, le strutture dello studio sono state sottoposte a una revisione tecnica per prepararle per le produzioni di realtà aumentata. Sul soffitto è stata installata una griglia di riflettori a infrarossi per consentire ai dispositivi di localizzazione di misurare la posizione esatta di ciascuna telecamera. Tutti gli altri parametri degli obiettivi sono stati trasmessi in tempo reale ai server che hanno registrato i dati per gli operatori e i registi.

Oltre alle 17 telecamere 4K ultra HD, sono state create 152 telecamere virtuali, per un totale di 160 ore di riprese. Ogni fase aveva una configurazione tecnica diversa, simile allo spostamento del camion di trasmissione esterno da una fase all’altra, la configurazione del camion è stata modificata da una fase all’altra. Insieme alla configurazione tecnica, l’illuminazione dell’artista è cambiata in base alla posizione del palco e all’ora del giorno durante la trasmissione. Le fasi 3D progettate dal team creativo di Tomorrowland vengono infine importate e vengono aggiunti strati di elementi dello spettacolo, tra cui luci, laser, immagini, attributi e ambiente.

ALL FIGURES & FACTS:
21,5 hours
oltre 450 tracce
oltre 65 IDs
28 world-class artists
4 digital stages
27 different time zones
More than 200 employees
32.000 hours of work
2 green-screen studios
17 4K ultra-HD cameras
152 virtual cameras
1.200 virtual fireworks
2.750 virtual lights
184 virtual lasers
40.000 light cues
950.000 virtual visitors
65.000 virtual flags of over 193 different countries
250 real-life extras
160 hours of footage
120 computers
30 render engines
1.000 rendering hours

Tomorrowland 31.12.2020 - Infographic

About Matteo Villa

25y passionate guy about music, social media, digital marketing and infographics! Currently working at EGO Music (www.egomusic.net) as Head of International and Social Media, while developing youBEAT, my manifesto of passion for music founded in 2012. Graduated in Media Languages at UCSC in Milan (Università Cattolica del Sacro Cuore) with a thesis on the revolution of daily life with the streaming in entertainment and information.  Everyday more passionate and keen about data, tools and music insights and their connection in this everyday faster social connected world.

View all posts by Matteo Villa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *