Conosciamo meglio la detentrice del titolo Best Female Artist House 2019 agli ultimi IDMA attraverso le sue produzioni, i live coinvolgenti e la crescita dei progetti discografici di cui è co-artefice.

NORA EN PURE si affaccia alla ribalta della musica elettronica e della night-life per merito di un BBC Radio 1 Residency che il venerdì sera ospitava Steve Angello, il quale nella veste di selezionatore durante il mix live della sua “residenza” radiofonica spaziava da un genere all’altro intervallando i ritmi prepotenti del genere per cui è principalmente conosciuto con quelli più lontani dalla sua essenza, lanciando insieme alle tracce degli artisti della sua etichetta discografica quelle di produzioni emergenti di artisti provenienti da altri scenari dell’elettronica. Era il 2014 e la hit folgorante in quell’occasione fu: “Uruguay” in featuring con Sons Of Maria che seguiva il successo “Come With Me” prodotte entrambe dalla Enormous Tunes (sapientemente remixate anche da EDX che questo magazine ha da poco intervistato).

Da allora gli addetti ai lavori ed i clubbers non hanno più smesso di seguire Daniela Nederer, nome di battesimo di questa dj-producer dalle origini Sudafricane ma Svizzera di adozione e di produzioni (founder della Purified Records e main artist della Enormous Tunes sopracitata).

 

The Queen of Deep House, così presentata da Pete Tong prima dell’Essential mix sulla BBC radio 1 nel 2016, agli albori della sua carriera mise tutto in chiaro proprio scegliendo il suo nome d’arte Nora En Pure, infatti è luce pura tutto quello che sorge tra i 122 e i 125 bpm del ritmo delle sue tracce. La sua impronta è composta da melodie avvolgenti di strumenti organici come ad esempio in Zambia ed in Lake Arrowhead che nel 2017 dava nome all’EP lanciato sempre dalla Enormous Tunes da cui ha goduto di tanti playing e download anche Sleeping In My Bed in featuring nuovamente con Sons Of Maria.

Anticipando abbondantemente l’avvento delle oggigiorno chiacchieratissime registrazioni in 8D e senza ricorrere a trucchi tecnologici, mentre ascolti le sue produzioni i violini ed il piano a tratti emotivo spesso si miscelano coi flauti e gli archi: intanto inizi inconsapevolmente a muoverti e sei trascinato in viaggio per paesaggi sonori cinematografici, esaltati delicatamente dagli elementi fonici registrati nella flora e fauna selvatica della savana africana o sulle rive dei laghi svizzeri durante le passeggiate per le full immersion di sessioni fotografiche che la producer ama fare per hobby.

Nora En Pure approccia il suo lavoro con passione e si autodefinisce una perfezionista attenta al dettaglio dichiarando umilmente in una vecchia intervista “Conoscere gli strumenti con cui lavori e avere una buona conoscenza della teoria musicale fa abbastanza. Ma non posso dire essere una vera musicista: la mia sensazione è quella di avere un feeling naturale per le sette note. Comunque sta al pubblico giudicare”.

Di lei si dice che trasmetta pacatezza e spirito di squadra con i collaboratori sia quando produce sia quando sta per salire alla consolle dei mainstage dei grandi festival internazionali davanti a migliaia di persone, come ormai capita abitualmente al Coachella al Burning Man al Tomorrowland piuttosto che all’Ultra di Miami o ultimamente in una fantastica esibizione al tramonto sull’oceano per il CRSSD Festival:

Mantiene la stessa etica e le stesse maniere anche nei migliori club del mondo come il Privilege di Ibiza o il Wynn di Las Vegas, ormai è stimata da tutti i suoi più grandi colleghi essendo spesso in scaletta nei parties del circuito Resistance con king Carl Cox, Black Coffee, Joris Voorn etc.

Metaforizzando con l’arte culinaria, in cui tante portate che esaltino pochi ingredienti predominanti si titolano  “in purezza” anche l’immagine di Daniela è puramente essenziale, del resto basta osservarla per come si mostra: il suo stile è puro nella scelta di colori sobri spesso neri o scuri forse per far risaltare finemente i lunghi capelli biondi e gli occhi chiari, nessun brand in evidenza eccezion fatta per le cuffie dell’azienda italiana V-Moda personalizzate con i padiglioni platinati o bianche con i padiglioni neri evidenzianti il suo nome. Lei si muove poco durante il live dj-set ma segue concentrata il ritmo e la melodia, alza lo sguardo solo per sorridere disponibile e quasi sorpresa dal consenso del pubblico; sembrerebbe timida e poco appariscente infatti ama poco i social che utilizza solo per i promo e gli show (ultimo in tempi di live at home per emergenza Coronavirus.

L’eleganza stilistica dell’artista di Johannesburg è sicuramente figlia degli studi classici sotto influenze familiari già in età infantile, è ben amalgamato con le percussioni tribali tipiche della sua terra di origine, il resto è conseguenza dell’incontro a Zurigo con lo staff di Passenger 10 ed EDX, la nascita del team e marchio Helvetic Nerds con alcuni amici come Croatia Squad, Calippo, Daniel Portman. Il continuo scambio di feedback porta al suo primo lavoro importante You Make Me Float, successivamente alcune sue produzioni importanti saranno scelte per la rinomata compilation Buddha Bar. Ad oggi si sono lasciati remixare da Nora En Pure tra gli altri i Faithless per I Was There , mentre gli Spandau Ballet hanno “prestato” il sample di True per la sua hit Saltwater – Chris Rea ha rilasciato il sample di On The Beach e da circa un mese Phil Collins ha ispirato In The Air Tonight per un remake in featuring con Lika Morgan che suona paradossalmente quasi di novità assoluta e che segue l’ultima produzione Nora En pure titolata Fibonacci per la Enormous Tunes.

La producer stakanovista cura con buon gusto un suo podcast chiamato Purified Radio, un radio show arrivato all’episodio 191 e pur avendo pubblicato qualcosa sia per Armada Music che per Spinnin Records segue con dedizione la sua creatura discografica la Purified Records lanciando fra gli ultimi in ordine di tempo Fanizza & Qualysto con Bittersweet.

Pubblica tutti i suoi ultimi lavori dando patriotticamente priorità all’elvetica Enormous Tunes di Chirstian Hirt, etichetta precedentemente menzionata ed in fortissima ascesa che nel roster annovera oltre a tutti i dj-producer del team degli Helvetic Nerds (il duo Sons Of Maria – Passenger 10 – Croatia Squad – Calippo – Daniel Portman – Lika Moran) tracce di giovani artisti che si distinguono dal mainstream come Yvvan Back – Matt Caseli.

Agli appassionati italiani non resta che sperare di poter presto ammirare Nora En Pure dal vivo in qualche club, o dallo stage di qualche evento nostrano, intanto ci consoleremo ascoltando gli album i remix e la discografia completa dal web ed app.
_______

EMILIO RINALDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.