Il nuovo appuntamento con NextGen, la nostra rubrica che vuole dare spazio ai giovani talenti EDM nostrani, questa volta ci porta a conoscere Mastrovita, artista che, nato a Zurigo ma con solide radici italiane, ha scelto di celare la sua vera identità e nel 2019 è arrivato ad esibirsi a Tomorrowland.

Ciao! Ti va di raccontarci i tuoi inizi nel mondo della musica elettronica?

Già da bambino ascoltavo moltissima radio dance italiana e seguivo diversi artisti ed i loro brani. L’energia di questa musica e di questo genere mi ha travolto e affascinato fin da subito. A 16 anni ho iniziato a suonare in piccoli club di Zurigo come DJ e alla fine del 2010 ho iniziato la mia carriera come produttore.

Da dove nasce l’esigenza di celare la tua identità dietro ad una maschera?

Non volevo mostrare la mia faccia in pubblico per non essere riconosciuto. Mi piace l’idea che la gente ascolti la musica senza conoscere il volto che c’è dietro la maschera. Concentratevi solo sulla musica, non sull’artista, il mondo è già abbastanza superficiale!

Nel 2019 ti sei esibito a Tomorrowland. Puoi raccontarci di più?

Grazie a Lost Frequencies e al suo team ho avuto la possibilità di esibirmi al Tomorrowland. Prima avevo già pubblicato alcuni miei brani sulla sua etichetta e così si è sviluppata una partnership, oltre ad una vera e propria amicizia. È stato il mio primo grande concerto. In qualche modo tutto è passato da 0 a 100. Da nessun concerto a Tomorrowland. Per me un sogno tanto atteso e senza dubbio uno dei giorni più belli della mia vita. Tutto era semplicemente magico, si poteva sentire così tanto amore nell’aria, i fan sono stati semplicemente fantastici. L’intero viaggio è e rimane indimenticabile e sono molto orgoglioso di questo passo.

Quale pensi sarà l’evoluzione del mondo degli eventi, data l’attuale situazione?

Difficile da dire, chi avrebbe pensato che avremmo mai vissuto una situazione simile? Spero che per tutti gli artisti che vivono di musica possa presto tornare la normalità e che tutti possano vivere di nuovo la loro passione. Ho notato come è davvero impressionante il mondo virtuale in cui viviamo, che ci permette di continuare a presentare la nostra musica e rimanere in contatto con i nostri fan.

Lo scorso venerdì è uscito il tuo nuovo singolo: “Play with Me”. Puoi dirci di più?

Con questo brano volevo provare qualcosa di nuovo e fresco. Non è proprio dance ma direi più dancehall. Come compositore produco svariati generi e volevo sorprendere i miei fan con qualcosa di diverso.

Con quale artista vorresti collaborare?

La mia collaborazione da sogno sarebbe con un artista come The Weeknd.

Puoi anticipare qualcosa per i nostri lettori?

Aspettatevi tanta musica da Mastrovita per quest’anno. Sono molto attivo come compositore e produttore anche nel mondo dei film, della TV e del gaming. Vi consiglio di tenere d’occhio i credits delle tracce, forse potreste scoprire che dietro ci sono proprio io! 

Segui Mastrovita su Facebook//Instagram//Spotify//Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *