Decimo appuntamento con NextGen, la nostra rubrica che vi porta alla scoperta dei talenti emergenti EDM italiani.

Con produzioni uscite per Black Hole Recordings, Euphonic, Elliptical Sun Recordings e non solo e con il supporto di grandi nomi come Gareth Emery, Markus Schulz, Cosmic Gate, Sander Van Doorn, Shane 54, Above & Beyond e dopo che le sue tracce sono state inserite nel famoso programma settimanale “A State of Trance” condotto da Armin van Buuren, oggi Francesco Sambero, classe ’87, originario di Brescia, è senza dubbio un produttore da tenere sotto controllo e di cui sentiremo ancora parlare!

Francesco Sambero

Ciao Francesco! Ti va di raccontarci i tuoi primi passi nel mondo della musica elettronica?

Ho scoperto la musica elettronica in età adolescenziale, quando seguivo con accanimento il programma radiofonico “Vitamina H” su RIN – Radio Italia Network, che mi ha fatto conoscere un sacco di artisti per me allora sconosciuti e mi ha letteralmente aperto un mondo nuovo. Successivamente, all’incirca quando avevo 14 anni, ho iniziato a dilettarmi con le mie prime produzioni.

Qual è il tuo attuale setup in studio?

Il mio attuale setup è composto da: iMac datato 2009 ma potenziato e con doppio schermo, Ableton 10 e coppia di monitor Yamaha Hs7. Come interfaccia audio utilizzo la Propellerhead Balance e come parte hardware il Korg Minilogue.

Come vedi la situazione della scena trance in Italia?

Personalmente credo che la scena trance in Italia non sia mai stata particolarmente sotto i riflettori, ma ultimamente grazie ai cambiamenti in corso nel panorama EDM, alla comparsa di nuovi brand o al “ringiovanimento“ di altri brand storici come per esempio l’Anjunabeats, qualcosa si sta muovendo rispetto a 5 anni fa. Un chiaro segnale del cambiamento in atto sono state le ultime serate che ho fatto qualche tempo fa al Trance Gate a Milano, dove sono resident: sono state un successo, e mi sono accorto, fra le altre cose, che c’erano molti più under 25 rispetto al solito.

Durante questi anni hai avuto modo di conoscere qualche big?

Ho conosciuto personalmente Nic Chagall dei Cosmic Gate, Kyau & Albert e Super8 & Tab e con questi ultimi ci sentiamo spesso anche su WhatsApp, considerato che sto lavorando molto anche con le loro etichette EuphonicScorchin’.

Con chi vorresti collaborare?

Mi piacerebbe davvero tanto poter fare una collaborazione con Yotto, oppure i Tinlicker, o Mat Zo e perché no, anche con Porter Robinson… let me dream 😁

Puoi anticiparci qualcosa in relazione ai tuoi progetti futuri?

Certamente! Usciranno 3 tracce su 3 diverse compilation e una di queste è un franchising davvero molto famoso nel mondo prog-trance. Uscirò poi con un remix ufficiale per Emma Hewitt, e nel frattempo, a fine agosto suonerò nel mainstage dell’AWAKE Festival in Croazia

Segui Francesco Sambero su Facebook//Instagram//Twitter//SoundCloud//MixCloud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *