“Lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo”, è questo lo slogan utilizzato in queste settimane dal dj Albertino per descrivere il successo che sta avendo la traccia “Vazilando” realizzata dal giovane dj, regista e produttore Shorty.

IMMAGINE-TESTATA-DJ-SHORTY-730x285

In un pomeriggio di quasi metà agosto decido di fare qualche domanda a Shorty, il quale mi dà appuntamento proprio a Radio Deejay, la celebre radio dove lavora da parecchi anni come regista e tecnico del suono per i programmi “Albertino Everyday” e “Dance Revolution”.

Durante tutta l’intervista si dimostra gentile e disponibile a rispondere a tutte le mie domande, che avevo preparato prima di questo incontro.
È un ragazzo semplice e umile che si impegna costantemente e con molta passione nel suo lavoro.

youBEAT intervista Shorty @ Radio Deejay
youBEAT intervista Shorty @ Radio Deejay

Francesco Sortino in arte Shorty è un tipo molto eclettico che non lavora solo a Radio Deejay, ma produce e fa il dj da molti anni.

Nel 2015 realizza una traccia house dal titolo “Vazilando”. L’ispirazione per questo brano nasce una mattina di fine ottobre quando sente in una pizzeria vicino alla Radio la versione originale di “Vazilando” di Oreja. Dopo aver “shazzammato” quest’ultima, accade qualcosa, perché gli rimane impresso quel motivetto, decide di prenderne un sample e creare una nuova realizzazione dalle sonorità house.

Dopo aver steso la composizione decide di farla sentire all’amico e collega Luca Guerrieri, anche lui dj e produttore di origini toscane, che ne comprende la potenzialità, facendo alcune modifiche e dandogli la spinta giusta per diventare un disco affermato.
Anche lo stesso Albertino capisce subito che si tratta di un pezzo originale, che ha delle virtualità e quindi sostiene e valorizza questo suo nuovo progetto.

 

Dopo gli ultimi ritocchi la produzione è affidata all’etichetta italiana D:Vision, che si occupa dell’aspetto discografico. Secondo Shorty, è stato proprio questo il momento più importante, perché un’etichetta importante come questa ha deciso di dare fiducia a quello che aveva magicamente creato, come nessuno aveva mai fatto.
shorty

 

Il brano in poco tempo raggiunge un buon riscontro, anche se però limitato all’ambito italiano; ma dopo qualche mese la tracciaarriva anche all’estero. Viene inserita da Steve Angello (ex Sweish House Mafia) in un set per Pete Tong e dopo qualche tempo arriva a conoscenza di altri dj come Kryder, Robbie Rivera che oltre a suonarla nei loro set, decidono anche di remixarla dando nuovi stimoli al pezzo. Dopo questo remix di Kryder il disco viene riprodotto e amato da molti dj internazionali come Hardwell, Oliver Heldens, Bob Sinclair, Sam Feldt, Sander Van Doorn oltre agli italiani Federico Scavo, Cube Guys, Benny Benassi. Ancora oggi continua a ricevere messaggi da dj, artisti di tutto il mondo che apprezzano e che sostengono questo nuovo singolo nei loro set e nei loro podcast.

maxresdefault

Dopo poche settimane arriva anche la richiesta di una versione “raggaeton”, infatti lo stesso Shorty modifica il pezzo dando le sonorità tipiche che appartengono a questo genere. La voce viene affidata ad un cantante cubano, El Boni. Il video viene girato in una spiaggia a Cuba e diretto da un’artista molto importante come Freddy Loons. La produzione è affidata alla Planet Records, etichetta del maestro Roberto Ferrante, che insieme a Shorty è la mente creatrice di questa versione. Ricordiamo che la Planet Records è l’etichetta più importante e più forte per quanto riguarda il mondo latino.

Questa versione moonbathon non nasce dal caso, perché come Shorty mi conferma durante l’intervista, questo filone è la tendenza del momento. Infatti da quando i Major Lazer nel 2015 hanno lanciato la loro “Lean On” sicuramente qualcosa è cambiato, perché hanno dato spazio a questa gamma musicale nuova. Come ci ricorda Shorty il moonbathon fino a qualche anno era visto solo come il genere dei villaggi vacanze, ora invece è il trend del momento, e tutti prendono ispirazione da loro.

Shorty è autore di numerose produzioni, mash up e remix che però non hanno raggiunto il meritato successo; in particolare mi riferisco a due tracce del 2011 e 2012 che sono “Women’s Power” e “I’ve Got A Dj In My Bag”  , che presentano le sonorità tipiche di quel periodo ossia edm. Spesso crea anche remix di canzoni dalle musicalità future house come ad esempio celebri sono i bootleg di “Drinkee” di Sophie Tucker, “Paradise” di Benny Benassi oppure quello di “Faded” di Alan Walker e molti altri.

Rispetto al “tour estivo”, mi ricorda che quest’estate ha lavorato in locali molto importanti, girando quasi tutta l’Italia; in particolari ricordo le serate a Brindisi, al Samsara di Gallipoli, alla Costa Smeralda al Ritual Club, a Catania a Riccione, a Formentera e così via.

Insomma, in questo momento Shorty sta vivendo un momento davvero affascinante, perché oltre all’ottimo riscontro di Vazilando e all’uscita del nuovo singolo “El Sonido”, tra qualche settimana diventerà papà e quindi oltre a fare le congratulazioni per i consensi musicali, li facciamo anche rispetto a questa magica situazione familiare. Ci auguriamo che questo trionfo possa essere per lui un “trampolino di lancio” verso nuove esperienze internazionali e altri meritati risultati.

Ecco alcuni dei remix ufficiali di questa hit estiva!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *