RetroVision è un dj/producer francese, che ha iniziato a farsi conoscere grazie al supporto di alcuni canali Youtube di promozione musicale come No Copyright Sound (NCS). Al Big City Beats World Club Dome Winter 2020 abbiamo avuto il piacere d’intervistarlo. Qui sotto è riportata l’intervista completa.

Come sei entrato nel team Hexagon e come ti trovi a lavorare al suo interno?

  • Ho iniziato a lavorare con Hexagon 3 anni fa, inviando i miei primi brani a Don Diablo e ad Hexagon, ricevendo feedback positivi, ma senza riuscire a firmare per nessuno di essi. Fino a quando non hanno deciso di firmare per la mia traccia “Waves”. Da lì a questa parte abbiamo iniziato a lavorare assieme su altri brani. Abbiamo iniziato ad avere un rapporto sempre più stretto, fino a quando ho aderito al loro management, che è “Hexagon Management”. Quindi, ora il mio management è Hexagon. Don e Stefan (il mio manager personale) mi gestiscono. È andato tutto alla grande, c’è stato molto lavoro. Ho continuato a fare la mia musica cercando di migliorare nella produzione e nei miei show, è andato tutto molto bene con loro.

Quali artisti ti hanno influenzato maggiormente e perchè?

  • Sicuramente Skrillex, perché ho sempre amato la sua musica. Questo è anche il motivo per cui ho remixato una sua traccia. Mi piace molto quello che fa. Lo conosco da prima d’iniziare a far musica e l’ho sempre apprezzato. Poi, Joyride, perché è un grande producer, forse il migliore al mondo. Un altro nome che posso fare è Eliminate, un produttore molto forte che fa hybrid-trap e dubstep. Mi piace la dubstep in generale. Non la produco, anche perché è piuttosto difficile, ma l’apprezzo molto.

Sei molto giovane, hai solo 23 anni e il tuo 2019 è stato fantastico. Quali sono gli obiettivi che cercherai di raggiungere in questo 2020?

  • Sicuramente avere una mia casa e un mio studio, in quanto per adesso ho creato tutta la mia musica nella mia cameretta. Ho sempre vissuto con i miei genitori, che ogni volta si lamentano e diventano furiosi perché sentono in continuazione i bassi del mio subwoofer. Quest’anno sicuramente mi sposterò, probabilmente con la mia ragazza. Poi, suonare nuovamente al Tomorrowland e prendere parte a nuovi festival. Probabilmente, aprire una mia etichetta discografica (ci stiamo lavorando). Nuove grandi collaborazioni, nuovi remix per grandi artisti. Far crescere i miei progetti in generale. Suonare in stage sempre più grossi, far crescere la mia audience e allargare la mia fan base. Anche sta già andando tutto molto bene, voglio lavorare duramente. Vorrei anche comprarmi una Tesla, ma è molto costosa (ride).

La tua ultima traccia uscita è un bel remix di “Daydream” di Arty, ci sono altre tracce pronte per essere rilasciate?

  • Questo mese uscirà un remix della traccia in collaborazione con Jonas Blue, “All Night Long”. Poi, ho traccia pronta in collaborazione con Dirty Palm, la quale è stata spoilerata a partire da circa 3 anni fa. L’abbiamo suonata per molto tempo, ma nessuno voleva firmala. Fino a quando Musical Freedom non è tornata su sui passi, decidendo di prenderla e farla uscire. Sarà fuori a fine mese, il titolo è “Switch That”. Questa collab per me è speciale, in quanto ascoltavo la musica di Dirty Palm, da prima d’iniziare a produrre. È stato uno di quelli che mi ha fatto venire la voglia d’iniziare.

Abbiamo visto un tuo post su Instagram dove chiedevi ai tuoi fan con chi vorrebbero che collaborassi. Tu invece con chi vorresti collaborare e perchè?

  • Sicuramente Don Diablo, perché è il mio co-manager e avrebbe senso fare una collab con lui. Credo che sarebbe positivo anche per Hexagon e tutto ciò che c’è intorno, senza contare che amo il suo sound. Skrillex, sarebbe un’altra collaborazione fantastica. Poi, Joyride, anche se non credo accetti collaborazioni in questo periodo. Altrimenti, Mike Williams…potremmo fare qualcosa assieme quest’anno. Qualcosa bolle in pentola con Lucas & Steve. Poi, ci sono tante altre tracce alla quale sto lavorando, come la collaborazione con Mo Falk. L’ho suonata stasera e il pubblico ha apprezzato molto, quindi cercheremo di finirla al più presto per poterla rilasciare. Ci sono tante cose per cui sto lavorando e molte altre alla quale mi piacerebbe lavorare.

About Alessandro Catalano (Ale Cata)

View all posts by Alessandro Catalano (Ale Cata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *