Intervista al trio italiano Sunstars, special guest allo Zero Clubroom

Dopo quattro importanti esibizioni all’Amsterdam Dance Event 2017, il trio di Parma Sunstars si è esibito nella nuova discoteca Zero Clubroom di Giussano (MB) in occasione del format Starboy che promuove i talenti italiani.
Un set energico, dinamico e caratterizzato dal sound proprio che i Sunstars ci hanno fatto conoscere attraverso le loro release su etichette internazionali come Protocol Recordings e Revealed Recordings, che li hanno ospitati nei loro eventi e showcase targati ADE.

SUNSTARS @ Zero Clubroom - Starboy
SUNSTARS @ Zero Clubroom – Starboy

1. Ciao ragazzi, com’è andata stasera?
Direi molto bene, il locale era molto figo. E’ stata una gran serata.

2. Quando vi siete appassionati alla musica elettronica? Con quali canzoni?
Rispondiamo singolarmente.
Andrea: “Michael Mind Project quindi electro house del 2011.
Luigi:” Io al tempo ho iniziato ad ascoltare i Daft Punk e da lì ho iniziato ad appassionarmi alla musica e a pensare veramente che potesse essere qualosa di mio , poi anche Avicii ma inizialmente i Daft Punk”.
Alberto: “Swedish House Mafia”. Andrea: “Abbiamo cominciato all’incirca insieme.  Io e Alberto 7 anni fa quasi 8 ormai e poi abbiamo conosciuto Luigi che faceva già canzoni e le pubblicava online su facebook, lo abbiamo notato, gli abbiamo scritto “Vediamoci a casa mia , facci sentire quello che hai fatto” e circa 5 anni fa ci siamo ritrovati tutti insieme in una stanza a iniziare a fare qualcosa insieme. Poi con la prima release è nato ufficialmente il progetto “Sunstars”.

3. Parlateci della vostra esperienza ad ADE 2017 , com’è stato?
E’ stato molto divertente, devo ammettere che è stata un’esperienza unica al 100%. Non potevamo immaginarci di poter andare là a suonare. C’eravamo già stati due anni fa per vedere com’era Amsterdam durante il festival e non ci saremmo mai potuti immaginare che un giorno saremmo stati sui palchi di protocol e revealed e con Merk and Kremont. E’ stata una soddisfazione incredibile, siamo molto contenti.

4. Cos’è cambiato oggi rispetto alle vostre prime esibizioni?
Bella domanda. Sicuramente per fortuna ora un po’ di gente nel locale ci riconosce rispetto alle primissime serate insieme che facevamo nei locali/ bar dove nessuno ci conosceva. Anche ad Amsterdam per esempio qualche ragazzo italiano ci ha fermato per strada riconoscendoci come “Sunstars” ed è stato molto bello.

Martina Cataldi ed Alessia Terzaghi intervistano i Sunstars @ Zero Clubroom
Martina Cataldi ed Alessia Terzaghi intervistano i Sunstars @ Zero Clubroom

5. Avete nuove release in arrivo?
Ne abbiamo una è molto importante, uscirà a gennaio su Musical Freedom, etichetta di Tiesto,  una collaborazione con i Breathe Carolina, duo statunitense. Ha una parte vocale molto catchy, che rimane molto in testa, mentre il drop è molto più club. E’ una traccia molto importante anche perché è nel 2018 ed è un passo avanti per la nostra carriera.

6. Qual è la vostra traccia a cui tenete di più?
Tutti e tre d’accordo sicuramente “Flames”!

7. Com’è lavorare in tre? E’ più difficile?
Si sicuramente è più difficile ma la cosa positiva è che alla fine riusciamo a trovare dei compromessi.  In studio abbiamo tutti e tre compiti diversi però alla fine riusciamo sempre a trovare l’equilibrio giusto e la canzone poi viene bene. Siamo contenti anche perché di fondo abbiamo idee molto simili , siamo molto affiatati, ci sono sempre piaciuti le stesse canzoni e lo stesso genere musicale. Quando uno di noi fa sentire una cosa sa già sicuramente che agli altri piacerà e quindi per esempio diventa una nuova ispirazione per una prossima traccia.

8. Avete altre passioni oltre alla musica?
Andrea: “Il business nell’ambito della musica mi piace molto, mi ci vedo fra un po’ di anni a occuparmi più della parte manageriale.”
Luigi :” Io ho la passione per i film, video, colonne sonore, regia insomma l’ambito cinematografico “.
Alberto: ”Io il fitness”.

Sunstars @ Zero Clubroom - Credits: ML Photos
Sunstars @ Zero Clubroom – Credits: ML Photos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *