Rossella Blinded non è di certo un nome nuovo nel mondo bass e pian piano si fa sempre più spazio tra i big della scena. Di origini sarde, Rossella si avvicina alla musica elettronica già dall’adolescenza, fin da subito ha le idee chiare su quale sarebbe stato il suo mondo, e così inizia la sua scalata nella scena trap/bass mondiale. Vanta ormai l’onore di aver suonato sullo stesso palco di artisti come Borgore, Datsik, Zeds Dead, e di aver preso parte a festival come Mysteryland.

Reduce da innumerevoli tour in Asia, e dai suoi amati USA, Rossella si impone anche con il suo EP “Blind” uscito sull’importante etichetta All Trap. Ad oggi ha anche ricevuto l’importantissimo suporto da UKF e Spinnin’ Records.

E per chiudere il suo 2017 con il botto, tra pochi giorni partirà per il nuovo tour in Asia, dove parteciperà ufficialmente alla magistrale line-up del Sunburn Music Festival in India.

Abbiamo avuto modo di contattarla e porle qualche domanda a riguardo.

youBEAT intervista Rossella Blinded
youBEAT intervista Rossella Blinded

Stai per affrontare un tour molto importante perla tua carriera, come sei arrivata a questo punto? Pensi possa farti fare un salto importante nel tuo percorso?
Ogni tour per me è stato un salto importante sia come artista che come persona. Non solo per farmi conoscere dal pubblico estero o per affermarmi musicalmente come artista internazionale, ma anche per quello che queste esperienze mi lasciano, e come mi arricchiscono. Sono ormai due anni che giro per il mondo, a seguito di  due tour italiani nel 2014 e nel 2015 e sono arrivata fin qua con tanta passione, con il sognare ad occhi aperti ma allo stesso tempo con il duro lavoro; tutti i giorni,  giorno e notte, dedico me stessa in questo progetto. E ora sono anche affiancata da un management che realmente mi aiuta, mi capisce e sa dove vorrei arrivare. Ho cercato sempre in ogni mio tour, da quello americano dello scorso anno a quello europeo di quest’estate, di farmi conoscere sia con la mia musica e i miei djset, sia inviando email e demo ovunque nel mondo e in tanti hanno creduto in me. Ogni giorno ricevo anche tantissimi no e per questo so che devo ancora crescere e lavorare sodo. Credo veramente che col duro lavoro e dedizione uno otterrà tutto ciò che desidera.

 Cosa ci dobbiamo aspettare dal tuo nuovo ep in uscita al rientro del tour?
Oltre al mio nuovo ep che seguirà sempre un filone bass – dalla trap alla dubstep – con parti melodiche, verrà rilasciato il mio nuovo singolo Gold Days che invece è differente da tutte le altre mie release, è sempre cantato da me ma è una traccia molto melodica, piu da ascolto che da club. Una traccia scritta da me in cui nel testo parlo di un’esperienza personale, per questo  è una delle tracce a cui tengo di piu. Successivamente verrà rilasciata anche la collaborazione con Fatman Scoop che invece è una hit banger da club.

Il tuo EP blind ha riscosso molto successo, sopratutto la traccia blind. Te lo aspettavi? Quali sono i paesi che più hanno accolto le tue tracce?
No devo essere sincera non me lo aspettavo!  Per me aver ricevuto il supporto di UKF è stato veramente una sorpresa e un onore, per non parlare della condivisione da parte di decine di label e blog in tutto il mondo sui loro canali e playlist spotify come Spinnin Records. I paesi con cui sto avendo più riscontro musicalmente sono come sempre gli Stati Uniti e l’Italia,  in questi ultimi mesi anche in India dove vado a suonare ogni 2/3 mesi, e a sorpresa Cina, Messico e UK.

Come è nata la collaborazione con Fatman Scoop, in uscita con il tuo nuovo ep?
Ho conosciuto Fatman Scoop durante una serata al Liv di Bassano in cui eravamo entrambi ospiti. Dopo aver suonato, sia lui che il suo manager si sono avvicinati dicendomi che erano rimasti colpiti dal mio stile musicale e tecnico e che avrebbero voluto collaborare con me. Ho aperto vari djset di Fatman Scoop in giro per l’Europa tra cui il Mysteryland in Olanda, festival in cui ho sempre sognato di suonare, ed è stato poi naturale andare in studio insieme a creare qualcosa. Fatman Scoop è veramente aperto musicalmente e apprezza ogni stile e sonorità!

___________

Sicuramente Rossella saprà farsi riconoscere e sentiremo parlare di lei per altro tempo, le auguriamo in bocca al lupo.

Ringraziamo Rossella Blinded e WLA Agency per la disponibilità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.