Hydeout: Il Preludio è stato creato e pensato per connettere persone con la stessa visione in tutto il mondo e portare la musica e i grandi artisti un passo avanti con presentazioni musicali uniche e le storie degli artisti stessi.  È un luogo dove tutti sono i benvenuti, liberi di interagire e festeggiare. Una libertà illimitata di sperimentare in una piattaforma d’intrattenimento prima e unica del suo genere.

View this post on Instagram

We know you've been waiting. So have we. Today, we will be talking about what we promised – delivering the Hydeout experience where you can let loose, freely express yourself and create new memories, no matter what form it's in. [INTRODUCING] Hydeout: The Prelude We're taking Hydeout to the online sphere and launching a virtual music entertainment platform like no other. Set to be a full digital experience with over 40 international artists, Hydeout: The Prelude aims to deliver new and exclusive on-demand performances and extraordinary stories of today's in-demand artists. With a plethora of features including games, chat rooms and cutting-edge avatar customisations, come connect with like-minded people around the globe in an immersive and unbounded virtual world. More details will be revealed soon! You ready?

A post shared by Hydeout (@hydeoutworld) on

Artefici e programma.

HydeNSeek Entertainment, grande organizzatore di eventi con sede a Singapore, ha annunciato una nuovissima piattaforma musicale virtuale multi-genere diversa da qualsiasi altra fin ora esistita. Il lancio è previsto per novembre 2020. Il primo capitolo di questa nuova esperienza chiamata appunto Hydeout, è denominato The Prelude e promette di unire gli amanti della musica di tutto il mondo con contenuti inediti talenti e superstar, straordinarie esibizioni on-demand, giochi online e molto altro.

In questo senso Hydeout già per il suo debutto ha pensato di assicurarsi una batteria di artisti di grande rilievo come Andrew Rayel, David Gravell, Don Diablo, Flux Pavilion, Mark Sixma, Martin Garrix, Nicky Romero, Rita Ora, Sam Feldt (Live), Tinashe e gli Yellow Claw. Una lista di grandi nomi che non finisce qui. Grazie infatti alla partnership con alcune etichette come Find Your Harmony, Monstercat, STMPD Records e Youtopia, ci saranno degli speciali “a gettone” in cui le label stesse inviteranno i loro artisti a portare positive vibes anche in forma digitale con questi takeovers.

L’idea.

Un tempio sacro per chi ama la musica per esplorare una vasta gamma di generi. L’impatto digitale di Hydeout ha un potenziale enorme grazie alle funzionalità di interazione sociale come giochi, chat room e personalizzazione degli avatar che consentiranno agli utenti di percepirsi in modi alternativi, immaginari, connettendosi con i loro artisti preferiti e anche con nuove scoperte. Una piattaforma attiva su scala globale per permettere agli appassionati di tutto il mondo di incontrarsi. Anche se gli incontri fisici potrebbero non essere possibili data la situazione attuale, le chat room di Hydeout racchiuderanno la gioia di incontrare nuove persone, e per gli amanti della musica e i fan uno spazio sicuro per fare nuove amicizie da ogni angolo del globo.

La chicca.

 

Lanciata a novembre, la piattaforma completamente digitale sarà quindi caricata con una serie di episodi, cuciti su misura per ogni singolo artista. Da notare che la parte video verrà affidata al videografo leader del settore, Charly Friedrichs, aka Final Kid, celebre per i suoi fenomenali aftermovies, inclusi quelli per ULTRA Music Festival, Parookaville e UEFA 2016 x David Guetta. Il Preludio presenterà performance esclusive su richiesta in luoghi mozzafiato in tutto il mondo, oltre che in ambienti virtuali, anche per mostrare storie non raccontate di artisti e molto altro.

Il “Mood” degli adetti ai lavori: le dichiarazioni del produttore esecutivo Chan Wee Teck.

“La musica è un linguaggio universale che ha il potenziale per unire milioni di persone in tutto il mondo. Con questo come mantra principale in mente, Hydeout sta reimmaginando una nuova norma per lo spazio della musica e dell’intrattenimento, con l’obiettivo di portare gli amanti della musica attraverso una vasta gamma di generi, a un’arcadia digitale che promuove l’accettazione e la diversità. Vogliamo aggiornare il modo in cui le persone sperimentano la musica e parte di questo è colmare il divario tra i fan e le loro icone. Il clima attuale evidenzia solo ulteriormente la necessità dell’interazione online e, oltre alle presentazioni di alcuni dei più grandi artisti del mondo, Hydeout: The Prelude collega virtualmente persone che la pensano allo stesso modo nel mondo della musica di repertorio “.

Per Concludere.

Con lo spazio degli eventi dal vivo che ha gettato artisti, etichette, festival e amanti della musica di tutto il mondo in un territorio inesplorato, quello degli spettacoli digitali per stabilire una “nuova normalità” nel mondo della musica. Spinti dalla passione di condividere contenuti autentici ed esclusivi che lasciano un impatto duraturo e dalla determinazione a riunire persone da ogni angolo del globo attraverso la musica, i creatori di Hydeout hanno colto la palla al balzo per prendersi il loro posto nel mondo digitale, lavorando molto e velocemente ache grazie alla collaborazione con alcune delle più grandi menti nello spazio della realtà virtuale.

L’episodio uno di Hydeout che riunisce oltre 40 dei più grandi nomi internazionali della sfera pop, hip-hop ed elettronica, permetterà quindi agli appassionati di musica di tutto il mondo di riunirsi virtualmente per vivere la musica con chi ha la stessa passione. Hydeout ha tutti i presupposti per regalarci emozioni che per essere l’inizio di qualcosa di nuovo nel mondo degli eventi in quest’era digitale, ma come dice il titolo di questo episodio pare anche che questo sia solo Il Preludio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *