La 62esima edizione dei Grammy Awards si è conclusa tra nuovo che avanza e omaggi emozionanti. Per la musica elettronica non è ancora tempo di novità?

Una serata toccante, con un tributo a Kobe Bryant che proprio nello Staples Center di LA è cresciuto agonisticamente, e uno all’indimenticabile Prince. Un’edizione ricca anche di nuovo, con Billie Eilish che stravince e porta a casa ben cinque premi. Ai The Chemical Brothers entrambi i podi Dance/Elettronica con il singolo Got To Keep On e l’album “No Geography”. Per gli italiani Meduza e gli inglesi Goodboys una prima nomination importantissima che arriva come traguardo per il successo mondiale “Piece Of Your Heart”.

Per il trio italiano il risultato vale almeno il doppio. Punto di riferimento per la musica elettronica internazionale, per il loro genere, hanno influenzato tanti producer con il loro stile. Ma non solo. Hanno rappresentato l’Italia nel panorama mondiale, portandola direttamente ai Grammy Awards. Sono loro i vincitori morali indiscussi di questa edizione, dopo un anno trascorso ai primi posti delle classifiche mondiale di vendita, streaming e radio. Un percorso in ascesa, fino all’importantissima celebrazione dei Grammys, in cui hanno sfidato produttori affermati come Skrillex, Bonobo, The Chemical Brothers. Un orgoglio italiano di tutto rispetto.

L’edizione 2020 dei Grammys ci ha affascinato dal punto di vista della novità, con una neo-maggiorenne Billie Eilish che è riuscita a portare a casa ben cinque premi, grazie all’ottimo album d’esordio “When We All Fall Asleep, Where Do We Go?” e al singolo “Bad Guy”. Il sogno made in Italy Meduza ci ha fatto credere fino alla fine, ma forse la musica elettronica è ancora legata al passato e ai suoi capostipiti. E’ infatti l’edizione dei The Chemical Brothers, che portano a casa due awards con l’album No Geography e il singolo Got To Keep On, dall’aspetto moderno e l’animo retrò. Tra le nominations anche Skrillex e Boys Noize, Bonobo, RUFUS DU SOL e Tycho. Solo una candidatura anche per Flume e l’album “Hi This Is Flume”.

 

About Kevin Barbaro

Classe ‘97. Amo la musica, l’informazione e la pizza.

View all posts by Kevin Barbaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *