In occasione dell’unica data italiana, al Fabrique di Milano, lo scorso 16 febbraio abbiamo incontrato l’ideatore della canzone che ha venduto più di 8,3 milioni di copie, risultata inoltre la traccia più cercata su Shazam nel mondo. Stiamo ovviamente parlando di “Faded” dell’enfant prodige Alan Walker.

A sorpresa il set proposto dal diciannovenne norvegese è molto vario, spazia dalla sua musica contraddistinta da un beat lento, ai suoi remix, spostandosi verso la futur house, EDM dalla cassa dritta e così via… Insomma quasi due ore di musica elettronica a 360 gradi. Il Fabrique di Milano ha riscontrato quasi il sold out, pieno di Walkers (così vengono chiamati i suoi fan, ndr) e di genitori. Sì perchè moltissimi dei suoi fan sono ragazzini di dodici/tredici anni impazziti per Alan e questo ha reso il set ancora più magico. Era dai tempi di Martin Garrix in piazza Duomo a Milano (in occasione degli MTV EMA 2015 tenutisi proprio nella capitale lombarda, ndr) che non si vedeva un pubblico simile. Loro due e pochi altri hanno uno zoccolo duro di fan fra i giovanissimi.
Finita la performance noi di youBEAT lo abbiamo incontrato e, con grandissima disponibilità, abbiamo avuto modo di parlarci.


Intervista in italiano:

Bellissima serata, quasi sold out!! Ti sei divertito? Ti piace il Fabrique di Milano?

E’ stato un onore, mi è piaciuto molto. C’ero già stato una volta, ma solo come spettatore quando hanno suonato i The Chainsmokers (lo scorso 15 ottobre, ndr). Suonarci è tutta un’altra cosa.

Hai superato il miliardo di ascolti! Alan sei il norvegese più famoso del mondo. In Norvegia come ti ha accolto il tuo popolo?

In Norvegia è incredibile, sia l’accoglienza da parte del pubblico sia da parte della stampa. Finora sta andando tutto alla grande ed essere arrivato ad un miliardo di ascolti su Spotify è pazzesco. Tutto quello che mi sta succedendo è difficile da assimilare, è proprio troppo! A volte non mi sembra vero!

File 02-03-17, 14 30 49

Chi è DJ Walkzz?

Era il mio vecchio alias, quando facevo musica techno. Nel 2013 ho deciso di cambiare il mio nome ed esplorare nuovi generi per trovare un mio stile. Mi trovo meglio come Alan Walker.

Hai aperto i concerti di Rihanna. Com’è lavorare con lei? L’hai conosciuta di persona?

Sì, abbiamo aperto due o tre volte i suoi concerti, ma non sono mai riuscito ad incontrarla purtroppo. Per il resto è stato una vera figata, i posti erano enormi, pieni di gente fuori di testa!

Quanto è importante oggi YouTube per i dj?

Non saprei, c’è una certa differenza tra produttori e DJ. Per i produttori è fondamentale YouTube per far conoscere le proprie canzoni, è una delle maggiori vetrine per la musica. Io stesso ho cominciato caricando i miei pezzi li e continuo a farlo tuttora, perché è un mercato molto importante e mi permette di avere sempre più fan.

Stai lavorando a nuove tracce? Nuove collaborazioni?

Sto lavorando ad un paio di singoli, non vedo l’ora di pubblicarli. Ho in ballo una collaborazione con un duo francese e altri vocalist.

Il tuo sound si discosta dall’EDM, dagli altri big des. Chi ti piace? Chi senti più vicino al tuo mondo?

Per quanto riguarda i dj ed i produttori sono un grande estimatore di Martin Garrix: fa cose uniche e sempre nuove, non fermandosi mai. Mi piace molto anche Don Diablo: anche lui è unico in quanto mescola stili diversi invece di seguire il mainstream. (Nel suo set c’erano alcune tracce future house che sono state pubblicate dall’Hexagon, etichetta di Don Diablo, tra i quali Bali Bandits e Mesto, ndr). Sono molto legato alla future house.

Il 2015 è stato l’anno di Kygo. Il 2016 il tuo. Entrambi Norvegesi! Chi avrà successo nel 2017?

E’ molto difficile da prevedere, ci sono così tanti produttori che stanno venendo fuori. Un mio amico si sta facendo sempre più strada. Avendo fatto il remix di “Paris” dei The Chainsmokers si è fatto conoscere al pubblico e poi ha raggiunto 300.000 ascolti in un mese su Soundcloud con il remix di “Shape of you” di Ed Sheeran. Penso che possa fare molto bene. Si chiama Mio.

Dopo il successo di “Faded” i BPM (battiti per minuto, ndr) nelle canzoni alla radio sono rallentati. Cosa ne pensi?

E’ abbastanza stupefacente. Sto cercando di fare qualcosa di unico e fuori dalla norma, ed è vero che i miei ultimi singoli hanno un BPM abbastanza lento rispetto alle canzoni che si sentono in radio. “Alone” gira a 97, “Faded” 90 e “Sing Me To Sleep” addirittura a 88! E’ bello poter imporre un nuovo sound. Penso che ormai la gente si sia stancata dei pezzi più veloci. Penso che un brano più lento metta in evidenza la melodia, facendola apprezzare di più.

Perché indossi sempre il cappuccio e la bandana? Qualche media dice perché sei un ragazzo timido. E’ vero?

No, non è perché sono timido. E’ un segno di unicità, molti artisti ne hanno uno, come ad esempio le maschere per Marshmello e per i Daft Punk. Non direi che si tratta di timidezza nel mostrarci in pubblico, ma è per fare qualcosa di diverso dal semplicemente apparire in pubblico, per attirare l’attenzione del mercato su di noi.

Io ho 24 anni, te ne hai 19! Hai finito la scuola? Che cosa hai studiato?

Ho solo finito la scuola dell’obbligo poi mi sono fermato. Non sono riuscito a combinare la musica con la scuola. Ho provato a fare entrambe le cose, ma poi sono arrivato al punto di sceglierne solo una. Ho pensato di dedicarmi al cento percento alla musica. Credo di aver fatto la scelta giusta.

Vedi ogni tanto i tuoi compagni di classe e amici?

Sì, soprattutto quando torno a casa, non quando sono in viaggio. E’ difficile stare in contatto con tutti, cerco di organizzare più incontri possibili quando sono a casa, prima di ripartire. Purtroppo ho molto da fare non solo quando sono in tour ma anche quando sono a casa.

Pezzo più bello della storia?

Time” di Hans Zimmer. E’ il tema principale del film Inception, dovresti sentirla, è molto bella. E’ solo piano ed archi.


youBEAT ringrazia Sony Music Italia, il Fabrique di Milano e Alan Walker per la concessione dell’intervista


Alan Walker (Foto credit Fabrique Milano)

English interview:

Fantastic set, sold out !! Did you have fun? Do you like Fabrique of Milan?

It was an honor, I really enjoyed it. I came here once, but as a spectator when they played The Chainsmokers (on 15 October). Play it’s different.

You have exceeded a billion plays! Alan you are the most famous Norwegian in the world. How your people has welcomed you in Norway?

Norway is incredible, both the reception by the public by the press. So far everything is going to be great and arrived to a billion of plays on Spotify is crazy. All that’s happening to me is difficult to assimilate, it is just too much! Sometimes it does not seem true!

Who is DJ Walkzz?

It was my old alias, when I was doing techno music. In 2013 I decided to change my name and explore new genres to find my own style. I am better as Alan Walker.

You opened the Rihanna’s concert. How is it working with her? Did You meet her?

Yes, we have opened two or three times her concerts, but I never met her unfortunately. Was a real cool, places were huge, full of freaked out people!

How much is it important for djs YouTube today?

I do not know, there is a difference between producers and DJs. For producers is essential YouTube to publicize their own songs, it is one of the major showcases for music. I started uploading my songs there, and I still do it because it is a very important market, and allows me to have more and more fans.

Are you working a new things? New collaborations?

I’m working on a couple of singles, I look forward to publish them. Then I’m collaborating with a French duo and other vocalists.

Your sound is different EDM, other big DJs. Which djs do you like? Who’s near you world?

I’m a great admirer of Martin Garrix, he makes unique things, and it never stops. I also like Don Diablo, he is unique too, mixes styles instead of following the mainstream. (In his set, there were some tracks future house that have been published by Hexagon, label of Don Diablo, including Bali Bandits and Mesto). I like the future house.

2015 was Kygo’s year. 2016 your year. Norwegians both. Who will explode in 2017?

It is very difficult to predict, there are so many producers that are coming out. My friend is very good. He became famous with the remix of “Paris” by The Chainsmokers and reached 300,000 plays a month on Soundcloud with remix of “Shape of You” by Ed Sheeran. I think he can do big things. It’s called Mio.

After the success of “Faded” the BPM on the music on the radio it is slowed. What do you think?

 It is amazing. I’m trying to do something unique, and it is true that my latest singles are slow respect to songs that you hear on the radio. “Alone” turns at 97, “Faded” 90 and “Sing Me To Sleep” even at 88! It’s nice to to impose a new sound. I think that now people are fed up of fast songs. A slower song bring out the melody, turning out better.

Why do you wear hood and bandana? Some media says because you’re a shy guy. Is it true?

No, it’s not because I’m shy. It is a sign of uniqueness, many artists they have one, such as the masks for Marshmello and for Daft Punk. It is to do something different from simply appear in public, to attract the market’s attention on us.

I’m 24, you have 19. Wow! Have you finished school? What did you study?

I just finished the primary school then I stopped. I could not combine music with the school. I chose music. I think I did the right thing.

Do you see your classmates and friends?

Yes, especially when I get home, not when I am traveling. It’s hard to hear all my friends, I try to organize meetings as possible when at home, before leaving. Unfortunately I have a lot to do, not only when I’m on tour but when I’m home.

The most beautiful song in history?

“Time” by Hans Zimmer. Is the main theme of the film Inception, you should hear it, it is very beautiful. There are just piano and strings.


alan-walker-press-cr-Rikkard-Haggbom-2016-billboard-1548

About Jacopo Casalaspro

Architetto di giorno, esploratore della club culture di notte. Appassionato di musica elettronica, radio e music-travelling, puoi trovare piccoli stralci della mia vita sul mio Instagram @djacopo93 In the place to be!

View all posts by Jacopo Casalaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.