Oggi ogni utente di Google Maps potrà finalmente ascoltare la propria musica direttamente dall’interfaccia di navigazione, senza dover transitare da un’app all’altra come era obbligato a fare in precedenza, nel caso in cui non fosse a conoscenza di Waze già in collaborazione con Spotify.

Google Maps, lanciato l’8 febbraio 2005, ha letteralmente cambiato il modo in cui le persone programmano i propri viaggi nell’ultimo decennio. Proprio mentre tutti noi eravamo obbligati a stampare le indicazioni da MapQuest o consultare le cartine in formato cartaceo, Google si lanciò in picchiata e prese d’assalto il mercato. Dopo l’imponente diffusione degli smartphone ed il loro incessante sviluppo tecnologico, la piattaforma si è dovuta adattare, creando un’app dedicata ai cellulari ed ai vari device portatili, riuscendo così a portare il suo servizio di mappatura nelle mani della nuova generazione di utenti. Nel corso del tempo, sono state aggiunte una serie di funzioni, tra cui la navigazione turn-by-turn, i primi avvisi relativi agli ingorghi e molto altro ancora. Ieri però, la società statunitense ha annunciato un nuovo importante e rivoluzionario aggiornamento, soprattutto per gli utenti delle piattaforme di streaming musicale, che in primis permette l’integrazione di Spotify, Google Play Music e Apple Music nella schermata di viaggio ed in secondo luogo introduce una serie di funzioni aggiuntive ed utili per i pendolari.

Ognuno di noi ha un modo differente di vivere un viaggio, ma per un amante della musica avere le proprie canzoni a portata di mano è fondamentale. La maggior parte delle persone si diverte ad ascoltare brani o podcast durante il tragitto, lanciando il proprio lettore musicale preferito che sia in streaming o memorizzato localmente.  Fino a ieri eravamo obbligati ad avviare una playlist, ridurla ed aprire in seguito l’applicazione di Google Maps o ad utilizzare Waze, già partner di Spotify. Mediante l’ultimo aggiornamento invece per controllare le tue app musicali più rinomate, ossia Spotify, Google Play Music e Apple Music basterà lanciare l’app di Google Maps dove sin da subito avrai a disposizione la tua musica a portata di viaggio.

Solamente da device Android, gli utenti di Spotify saranno anche in grado di sfogliare canzoni, album e artisti e selezionare la loro playlist preferita direttamente da Google Maps.

Ecco come funzionerà la nuova interfaccia Google Maps (Google)

L’ultimo aggiornamento è stato sviluppato anche e soprattutto per i pendolari che avranno maggiori informazioni a loro disposizione in merito agli orari dei mezzi pubblici ed a relativi ritardi. Ciò risulterà molto utile per quegli utenti il ​​cui viaggio verso l’ufficio si suddivide in una parte alla guida ed in una a bordo di un mezzo pubblico.  Ora costoro potranno ottenere un’immagine chiara del loro tempo totale di spostamento e dei percorsi alternativi, se presenti, da una singola schermata panoramica. Essenzialmente potrai avere informazioni utili su quando partire e su ogni tappa del tuo viaggio: saprai se c’è traffico sul tuo tragitto, quando partirà il prossimo treno e quanto tempo ci vorrà per andare dalla stazione ferroviaria al ufficio.

Il nuovo Google Maps a portata di pendolare (Google)

Scaricate l’aggiornamento e godetevi il vostro prossimo viaggio. Vi lasciamo con la simpatica gag postata da Google Maps sul suo profilo Facebook:

“Now you can commute with Apple MusicGoogle Play MusicSpotify, and get your playlists right in Maps.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.