In occasione del quinto anniversario dalla nascita del network italiano youBEAT abbiamo deciso di fare una sorpresa a tutti i nostri lettori con la seconda edizione di “youBEAT ti racconta”: i 5 vincitori del contest musicale, da noi indetto, sono i protagonisti di questo articolo in cui troverete, attraverso delle interviste, la storia di questi cinque giovani talenti “Made in Italy”.

Andiamo quindi a scoprire e presentare i vincitori:
‘N Beautiful Company con “Live Your Life”
Matt Strike con “Worldwide”
Kom con “Pon Your Head”
SirHell con “Move Your Body”
Chris Leno con “Good Vibes” & “Okay”

youBEAT ti racconta: 'N Beautiful Company, Matt Strike, Kom, SirHell, Chris Leno


‘N BEAUTIFUL COMPANY

'N Beautiful Company

Partiamo dalla Toscana per il nostro viaggio in giro per l’Italia alla scoperta di 5 giovani talenti italiani. Più precisamente incominciamo dalla provincia di Arezzo, dove troviamo Lorenzo Confaloni e Riccardo Frontani. Due ragazzi toscani che vivono nello stesso paese e sono amici praticamente da sempre, ma non si sono dedicati fin da subito all’attività di dj/producer.

“Prima di diventare gli ‘n Beautiful Company siamo stati tastieristi in due gruppi pop-rock differenti: i Disambigua e gli arHia. Successivamente, nel dicembre del 2015, è nato questo progetto dalla passione e dalla voglia di buttarci su un genere totalmente nuovo ad entrambi: così abbiamo iniziato a scrivere brani elettronici”.

Nel dicembre del 2015 nasce anche l’idea degli ‘n Beautiful Company, questo nome sicuramente molto particolare del duo toscano.

“Il nome ‘N Beautiful Company, letteralmente “e compagnia bella” è nato un po’ per caso: quando abbiamo cominciato con questo nuovo esperimento musicale non avevamo un nostro studio personale e quindi decidemmo di crearcelo da soli, trovandoci ogni sera prima a progettarlo e poi a costruirlo. Ogni volta ci venivano a trovare i nostri amici che, portando un paio di birre, ci davano una mano nella realizzazione dello studio e in più ci facevano compagnia. Forse proprio per questo motivo, o forse un po’ per gioco, abbiamo deciso di dedicare questo nome proprio alla semplicità con cui tutto questo è nato e alle persone che tutt’oggi ci sostengono”.

Un nome e un progetto nati grazie alla semplicità, ma che tiene sempre più impegnati Lorenzo e Riccardo con diverse e importanti produzioni. Il duo toscano, infatti, ha prodotto circa dieci brani in poco più di un anno di attività. Di questi alcuni sono stati rilasciati da case discografiche italiane ed internazionali: “Moving” (Black Lemon Records), “Don’t Stop” (Officina7 Kaos Party Teaser), “Nuclear” (Synox Digital), “Easy” (Lizard Lounge), “Live Your Life” (Keep! Records), “Ready To Shine” (Smilax Publishing) e “Feel Alive” (Keep! Records). Inoltre da sottolineare anche la vittoria di Lorenzo Confaloni nel remix contest del brano “Sabato” di Lorenzo Jovanotti Cherubini, venendo poi inserito nell’album di remix inediti “Sabato Mania”. Proprio tra queste produzioni è uscita anche la bellissima “Live Your Life”, proposta dagli ‘n Beautiful Company nel contest di youBEAT.

“La storia di “Live Your Life” nasce da un’idea semplice: vivere la tua vita senza avere paura dei fantasmi del passato. E’ frutto un po’ dalle nostre esperienze musicali passate, fatte sia di soddisfazioni sia di grandi sacrifici. Chiunque abbia una band sa bene come non sia facile mantenere unito un gruppo e dopo molte gioie, ma anche molte batoste (cambi di componenti, litigi, ecc) ci siamo scontrati con la dura realtà: invece di creare divertimento, le nostre band ci stavano prendendo quasi come un lavoro, un qualcosa che dovevamo fare come per contratto e non per svago – continuano Lorenzo e Riccardo – Lo spirito degli ‘n Beautiful Company è proprio quello di vivere la vita come una band agli albori, fatta di divertimento e spensieratezza proprio in ricordo del nostro passato da aspiranti rockstar con un sogno comune in testa”.


MATT STRIKE

Matt StrikeSalutata la Toscana voliamo in Lombardia più precisamente a Lesmo, in provincia di Monza e Brianza, per incontrare il dj e producer Mattia Viganò in arte Matt Strike. Dj classe 1995, ex batterista convertito nel 2012 alle sonorità EDM e House. Ha suonato in diverse discoteche delle zone di Lecco, Monza e limitrofe, senza dimenticare le esibizioni a Bardi, Alassio e Vercelli. Nel 2016 Mattia inizia il progetto Matt Strike, che finora gli sta dando grandi soddisfazioni.

“Ho iniziato il progetto Matt Strike ad inizio 2016 con sonorità Progressive House. La prima traccia uscita con questo pseudonimo è stata “No More” in free download. Incredibilmente Nicky Romero ha fatto la première di questo mio disco nel suo podcast Protocol Radio – prosegue Mattia – Successivamente a maggio ho pubblicato il “Broken Heart Ep”, il mio primo Ep composto da due tracce in free download”. 

Dopo queste produzioni Matt Strike decide di concentrarsi su un tipo di produzioni diverse, una progressive house contenente quegli elementi che iniziavano a sentirsi nelle nuove uscite.

“Proprio così è nata “Call Your Name” la mia traccia pubblicata sulla label svedese Bonerizing Records. Anche questa traccia ha avuto un discreto successo visto che è stata supportata sempre da Nicky Romero, Sick Individuals, Djs Form Mars, Dirty Ducks e diversi altri”.

Dopo “Call Your Name” Matt Strike decide di passare alla Future Bass, realizzando un remix del brano “Alive” degli Streex e creando la splendida “Worldwide” con la quale è entrato nei 5 vincitori del nostro contest.

“La mia ultima traccia “Worldwide” è nata tra maggio e giugno del 2016 proprio perché volevo produrre qualcosa di nuovo, fresco e che rispecchiasse le sonorità del momento. Ho ascoltato, infatti, molti brani dei Major Lazer, Jack U e Marshmello per cercare di cogliere i punti in comune tra i vari dischi e anche quelli d’innovazione – continua Matt Strike – Fortunatamente poi ai primi di settembre l’etichetta olandese The Berdead Man, sublabel della grande Armada Music, ha deciso di prendere questa mia ultima traccia, confermandomi così il fatto di essere riuscito ad interpretare bene questi mutamenti del mondo della musica EDM”.

Nel futuro di Matt Strike ci sono altre interessanti produzioni e siamo certi che anche queste otterranno sempre un discreto successo, ma per ora non possiamo rivelarvi di più…


KOM

KomContinuiamo il nostro viaggio e questa volta non ci spostiamo di molto: dalla Brianza infatti passiamo a Varese per trovare Matteo Saggin in arte Kom. La passione per la musica di questo 20enne dj e producer cresce sempre più a partire dalla sua tenera età.

“Ho sempre avuto la passione per la musica hip-hop e rap (americano) soprattutto per la nota G-Unit. Ero affascinato dall’immagine del dj Who Kid che faceva i beat per 50cent, Lloyd Banks, Young Buck e tanti altri. – prosegue Matteo – Da li mi sono iniziano ad informare e ho iniziato come dj 5 anni fa e dopo un anno circa ho iniziato a produrre”.

Il 20 ottobre 2014 Kom rilascia il suo primo brano “Thor” in collaborazione con FIVE. Questo è pubblicato sull’etichetta di Vincent Arena: RNA Records. Inoltre “Thor” è premiato in Australia su Kiss FM (BPM Radio Australia) ed è suonato in molti radioshow. Proprio circa due anni fa Kom ha iniziato un “progetto” nuovo che gli sta dando grosse soddisfazioni.

“Da 2 anni a questa parte è partito qualcosa di nuovo: il progetto ora sta andando molto bene con tutte le tracce uscite e quelle che usciranno. Continuo a lavorare duramente, facendo sempre meglio e cercando di realizzare il mio sogno”. 

Kom è molto attivo anche come dj visto che ha suonato e suona attualmente in diverse discoteche tra Varese, Como e Milano; inoltre nel 2015 ha partecipato ad eventi organizzati da RedBull e dall’Expo a Milano. Senza dimenticarci il suo concerto come dj ospite al Ballenbank Club ad Eindhoven in Olanda.

Infine poco più di una settimana fa è uscita l’ultima produzione di Kom, “Pon Your Head”, che gli ha permesso di conquistare un posto tra i 5 vincitori del nostro contest.

“L’idea per questa traccia è nata dal voler fare qualcosa di diverso, ma sempre cercando di mantenere il mio stile basshouse però con una pausa reggeton”.


SIRHELL

SirHellDalla Lombardia prendiamo l’aereo verso la Sicilia per raggiungere Mazzarino in provincia di Caltanissetta: qui troviamo Elia Genco in arte SirHell. Fin dai primi suoi passi Elia è appassionato di musica e il suo percorso nel mondo musicale inizia quando frequenta il corpo bandistico del suo paese natale per poi continuare la sua passione intraprendendo gli studi di musica classica al conservatorio nel corso di tromba. Proprio la passione per questo strumento lo porta ad avvicinarsi sempre più alla musica elettronica.

“Ho iniziato a suonare come dj all’età di 17 in Sicilia, nel mio paese natale ed in tutto il circondario siciliano. Sono diventato un Producer da 3 anni, da quando mi sono trasferito a Milano per frequentare la scuola per dj e producer ReCreative.”

Proprio nelle sue prime serate siciliane nasce anche SirHell, questo particolare nome che contraddistingue Elia.

“Il nome SirHell è nato in una serata da bar con degli amici che tutt’ora credono in me. SIR-HELL, Re Dell’inferno, è un aka nato dal mio essere casinista soprattutto in consolle e dall’essere pieno di energia pronta a trasformarsi subito senza pensarci in un mega party. Diciamo molto da PROJECT X”.

Proprio grazie alla studio alla ReCreative a Milano, SirHell sviluppa sempre più la sua vena da producer, dando così vita a diverse canzoni, tra cui “Move Your Body”, la traccia proposta nel contest di youBEAT.

“Move Your Body è nata dall’idea di unire ritmi e stili che hanno caratterizzato la mia crescita sia musicale sia adolescenziale. Ho creato una base future, con un basso continuo che gioca con tutti i drums e poi ho lavorato anche sui suoni dubstep, unendoli ad un breackdown jazz alternato da un vocal con un timbro molto fine. Ho cercato semplicemente di unire stili ed emozioni che mi hanno caratterizzato fortemente e proprio da qui è nata questa mia traccia”.


CHRIS LENO

Chris LenoConcludiamo in bellezza il nostro viaggio in giro per l’Italia, spostandoci a Napoli dove incontriamo il dj e producer Kris Candileno. La carriera di Chris Leno come dj inizia molto presto, frutto di una grande passione per la musica.

“A 14 anni ho iniziato a suonare nei club qui a Napoli quasi sempre tech e deep house, ascoltavo molta musica e solo successivamente ho iniziato ad appassionarmi alla musica elettronica, ascoltando Afrojack oltre a pezzi classici di David Guetta e Bob Sinclar – prosegue Kris – Col passare del tempo ho capito che la mia esperienza artistica non poteva limitarsi ai soli live set perché c’era bisogno di quel qualcosa in più. Dovevo trovare una mia identità artistica e riuscire ad esprimermi con la mia musica”.

Kris così decide di prendersi una pausa dalla serate e si sposta su un altro genere musicale.

“Dopo un periodo di riflessione ho capito che il genere con il quale mi identificavo maggiormente era la future house. Essa infatti mi permette di esprimermi al meglio e mi riporta, anche se in chiave diversa, ai miei vecchi dj set. Devo ringraziare inoltre la Hoop Records per avermi aiutato a trovare definitivamente una mia identità, creando così un bel progetto”.

Proprio grazie a questo progetto intrapreso da qualche anno con l’etichetta partenopea Hoop Records, ben nota ai lettori di youBEAT, Chris Leno ha rilasciato i due singoli proposti nel nostro contest.

“Con la Hoop Records ho rilasciato 2 singoli e ne ho già in cantiere un terzo. “Good Vibex” e “Okay” sono da un lato future e dall’altro qualcosa di diverso dalla ormai consolidata future house. Con sonorità più fresche quasi estive, se così vogliamo definirle. Il mio obiettivo è quello di far sorridere le persone con le mie produzioni”.

Un intento sicuramente non semplice per Chris Leno, ma con queste sue ultime due produzioni possiamo dire che c’è riuscito in pieno!


Siamo così giunti alla fine di questo viaggio in giro per l’Italia alla scoperta dei 5 vincitori. Vi invitiamo calorosamente a seguire da vicino questi giovani dj e producer per non perdervi le loro prossime produzioni! 😉

di Valerio Pennati

(Twitter @ValerioPennati)

About Valerio Pennati

Giornalista pubblicista e studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere (corso di Linguaggio dei Media) presso l’Università Cattolica di Milano. Collaboro con la Redazione sportiva del “Giornale di Merate”, settimanale locale in provincia di Lecco. Appassionato di musica e di sport scrivo anche per “Agenti Anonimi”, sito di notizie legate al mondo del calcio. Follow me on Twitter!

View all posts by Valerio Pennati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *