Dopo la puntata speciale dedicata ad Axwell Λ Ingrosso, prossimi ad esibirsi al Nameless Music Festival, cambiamo completamente genere per andare ad scoprire un territorio fin ad ora ancora inesplorato nella nostra rubrica mensile. Infatti, il protagonista della 19ª puntata di youBEAT racconta è il club più famoso di Riccione e uno dei migliori in Italia: il Cocoricò.

youBEAT racconta: Cocorico [Puntata 19]
youBEAT racconta: Cocorico [Puntata 19]

Il Cocoricò di Riccione è una delle discoteche più famose d’Italia, gestita dalla società Piramide Srl.
Proprio la Piramide è il simbolo distintivo di questo storico club, che gli permette di essere riconosciuto anche da lontano e conosciuto in tutto il mondo.

Il Cocorico apre i battenti nel lontano 1989 sulle colline di Riccione, tra la città e l’uscita dell’Autostrada A14. Fin dall’apertura il club si configura come il tempio della musica techno italiana e nel corso degli anni, trattando sempre più vari generi, acquista una fama mondiale tanto da essere definito la “Mecca della musica elettronica”.

La Piramide del Cocorico
La Piramide del Cocoricò

Nel corso degli anni Novanta il Cocoricò rimane sempre all’avanguardia e spesso diventa anche anticipatore di mode e tendenze, cambiando l’allestimento delle sale principali due volte l’anno. Tra le fila degli organizzatori spicca anche la figura di Fone, direttrice artistica, che è l’ideatrice dei temi e delle scenografie del locale fino al 2006.

welcome to cocorico

Dagli albori fino ad oggi la sala principale, come già detto, è la Piramide: una struttura di vetro a forma piramidale che permette anche di assistere durante i dj set al calare delle notte fino all’alba: uno spettacolo veramente incredibile!
La seconda sala per importanza è la Titilla, specializzata nella musica house. Nel 1994 viene introdotta anche Morphine, una nuova sala dedicata alla musica elettronica e ambiente. Gli organizzatore non si fermano però qui e infatti negli anni successivi nascono anche la sala all’aperto Ciao Sex, dedicata al pubblico gay e la sala Strix, un ambiente abbastanza trasgressivo situato nel bagno delle donne.

cocorico

Passando ai generi musicali possiamo notare come fino al 2003, il locale abbia proposto prevalentemente musica techno o trance. In seguito, con il cambio dei deejay, si passi ad un genere più vicino all’hard-trance e al minimal-techno fino all’affermazione della musica house.

Il grande successo ottenuto negli anni dal Cocoricò gli ha permesso di ottenere sempre importanti riconoscimenti. Tra questi ricordiamo sicuramente il 16º posto totale tra le discoteche di tutto il mondo (prima tra le discoteche italiane) nella speciale classifica, stilata da DJ Mag“Top 100 Clubs 2015”.

Cocorico 16° top 100 clubs

Non solo pagine felici nella lunga carriera del Cocoricò, ma anche qualcuna triste… Il 19 luglio del 2015, infatti, va in scena un vero e proprio dramma con la morte del 16enne Lamberto Lucioni in seguito ad un malore causato da un’overdose di ecstasy. Il ragazzino di Città di Castello era in vacanza a Pinarella di Cervia con i genitori di un amico 17enne e un altro amico della stessa età. Quella sera i tre decidono, come tanti altri ragazzi, di concedersi una serata all’insegna della musica nella celebre discoteca di Riccione. Qualcosa però poi è andato storto con il giovane Lamberto che si è sentito male ed è stato subito trasportato fuori dal locale dagli amici, dove stazione sempre un’ambulanza del 118. Nulla però è servito per salvare la vita a Lamberto, fatale è stata proprio l’overdose di ecstasy come confermato dalla successiva autopsia.

In seguito, un paio di settimane dopo la tragica morte di Lamberto, il questore di Rimini Maurizio Improta ha stabilito lo stop forzato dell’attività del Cocoricò per 120 giorni (4 mesi) a partire proprio dal 3 agosto 2015.

cocorico

Quattro mesi dopo la chiusura forzata del locale e la perdita della parte finale degli eventi dell’estate 2015, il Cocoricò riapre i battenti in grande stile e con maggiori controlli per tutelare sempre di più tutti i presenti.
La piramide del locale di Riccione torna così ad illuminarsi il 7 dicembre con la serata intitolata significativamente “Back Home” (ritorno a casa), a cui prendono parte i deejay Apollonia, Ben UFO, Mattia Trani e Luca Ballerini. Serata di riapertura anticipata poi al 5 dicembre con un altro appuntamento, “Tunga XXL Casa dolce casa”.

Proprio questa chiusura forzata ha permesso al “Coco”, così lo chiamano i suoi fans, di creare una politica molto più attenta per la salvaguardia dei clienti, in particolare dei minori: è stato attivato un controllo molto più rigido per vietare l’ingresso ai minorenni, eccezione fatta per le serate rigorosamente analcoliche, e sono state create delle cosiddette “sale di decompressione”, ovvero degli ambienti dove i ragazzi possano riposarsi al termine della notte, prima di riprendere l’auto per tornare a casa.

cocorico

Dopo la grande riapertura e un’estate 2016 coi fiocchi, gli organizzatori del Cocoricò hanno pronta una super programmazione per passare insieme i mesi estivi del 2017. Dal 10 giugno al 9 settembre arriveranno a Riccione artisti del calibro di Carl Cox, Marco Carola, Joseph Capriati, Tale Of Us, Loco DiceLen Faki, Adam Beyer, Chris Liebing, Ilario Alicante e tanti altri. L’inaugurazione dell’estate 2017 sarà il 10 giugno con una serata speciale che vedrà protagonisti i The Martinez Brothers. Non solo grandi deejay, ma anche grandi eventi con MAMACITA, il brand N°1 dell’intrattenimento Hip Hop, Reggaeton e R&B, senza dimenticarci dell’arrivo alla Piramide di “RANDOM – Una Festa a Caso”.

Insomma ci aspetta sicuramente un grande estate al Cocoricò, a Riccione e in tutta la riviera romagnola per divertirsi, ma sempre responsabilmente.

a cura di Valerio Pennati

Cocoricò Riccione Summer 2017
Cocoricò Riccione Summer 2017

About Valerio Pennati

Giornalista pubblicista e studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere (corso di Linguaggio dei Media) presso l’Università Cattolica di Milano. Collaboro con la Redazione sportiva del “Giornale di Merate”, settimanale locale in provincia di Lecco. Appassionato di musica e di sport scrivo anche per “Agenti Anonimi”, sito di notizie legate al mondo del calcio. Follow me on Twitter!

View all posts by Valerio Pennati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *