La scorsa Domenica, 16 Luglio 2017, si è tenuta l’ottava edizione di UDJ – United Deejays 4 Children, l’evento dance che ogni anno, attraverso la musica elettronica, raccoglie fondi a scopo benefico.

UDJ - United Deejays for Children | Coco Beach 16 Luglio 2017
UDJ – United Deejays for Children | Coco Beach 16 Luglio 2017

L’obiettivo  di quest’anno è stato finanziare la ricostruzione di un campo sportivo nel paese di Gualdo (Mc), comune colpito dagli eventi sismici dello scorso Agosto.


A far da cornice alla manifestazione, come sempre, è stato lo spettacolare Coco Beach di Lonato (BS), incantevole e rinomato lido dance che si affaccia sulle acque del Lago di Garda.

A dare il via alla manifestazione è stato Hiisak, deejay e producer italiano molto versatile che si sta facendo largo nella scena dance internazionale con il suo sound house e funky, che dalle 19 ha intrattenuto per oltre un’ora il pubblico che prendeva posto nel beach stage.

HIISAK @ UDJ 2017
HIISAK @ UDJ 2017

Il passaggio del testimone in console è stato a favore di 10Q, giovane deejay bresciano, resident dell’evento United DJs, che ha ben continuato quanto iniziato da Hiisak nell’ora precedente, preparando il dancefloor ai guest internazionali.

E’ stato però dopo il tramonto che abbiamo potuto assistere allo spettacolo più bello: giochi di luce, visual spettacolari, lighting man, fiamme e fuochi d’artificio hanno accompagnato le performance degli special guest internazionali, da un giovanissimo Curbi al duo australiano delle Nervo, passando per i Marnik
, rappresentativa italiana nella scena EDM mondiale e i Kriss Kross Amsterdam (quest’ultimi leggermente sottotono, anche se hanno comunque saputo egregiamente far ballare il pubblico presente).

La festa è poi proseguita all’interno dell’indoor club con 2 stage, dove si sono esibiti uno scatenato Klosman, Danko e di nuovo il resident 10Q.

Una produzione ormai più che collaudata, totalmente “made in Brescia”, composta da AGE (Alberto Gobbi Events), Virgo Music Mgmt e Libra Production, oltre a supporto di numerosi sponsor, che anche quest’anno è riuscita a raggruppare più di 4000 spettatori e sono più di 40.000 euro esclusi di adempimenti SIAE i proventi della manifestazione benefica.

Possiamo quindi confermare che con i giusti mezzi e la voglia di fare, anche la musica dance è  in grado di fare del bene e aiutare il prossimo.

 

About Cristian De Tomasi

Tecnico informatico di professione, plur addicted and raver per passione.

View all posts by Cristian De Tomasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *