A dicembre dello scorso anno Dorian Tomasiak, meglio conosciuto nel panorama EDM come Tom Swoon, stava guidando la sua Volkswagen Scirocco sotto effetto di alcol ad una velocità di 180km/h, quando all’improvviso causò una terrificante collisione che coinvolse un’altra vettura. Lo schianto risultò fatale per il passeggero dell’auto colpita da Tom, che morì sul colpo; mentre il guidatore rimase gravemente ferito.

Tom si trovò così immediatamente con le manette ai polsi e fu condannato alla reclusione, con in aggiunta la revoca permanente della patente e il pagamento di una somma pari a 16.300 euro.

Ieri, martedì 4 settembre, l’ormai ex deejay e producer si è presentato davanti alla corte per rispondere dell’accusa di omicidio colposo e per cercare uno sconto di pena rispetto ai 56 mesi inflitti in primo grado. Durante l’udienza, infatti, Tom è sembrato molto ansioso e secondo alcuni piangeva, sperando in uno sconto della dura condanna.

Dorian Tomasiak ha rilasciato anche queste parole durante l’udienza: “Non ricordo molto di ciò che accadde quel giorno: ero in casa ed in un attimo mi sono ritrovato con i polsi ammanettati e circondato dalle forze dell’ordine”. Poi rivolgendosi al conducente sopravvissuto, respirando affannosamente, ha esclamato: “L’aver ucciso una persona è già stata la peggiore condanna morale che potessi subire. Non so in che modo dirvelo, ma mi scuso con tutto il cuore”.

Nonostante queste parole di pentimento da parte di Tom; il PM ha confermato la pena di quattro anni e otto mesi di reclusione, aggiungendo anche che la colpevolezza dell’imputato non era in dubbio visto che è stata ammessa dallo stesso Tomasiak. A detta del pm in altri casi la corte ha anche ridotto la pena all’imputato, ma per questo processo ciò non era fattibile. La sentenza così è stata confermata con queste testuali parole da parte del giudice: “Capiamo che per lei possa essere stata una grande disgrazia, signor Dorian, ma mai grande quanto quella delle vittime!”

Il suo ultimo disco, dopo l’annunciato addio alla produzione, rimane “Beside Me” in collaborazione con Tungevaag & Raaban.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *