Pochi sono gli artisti che riescono a rilasciare solo singoli di spessore e destinati a durare nel tempo, e ancora meno sono quelli che riescono a farlo senza seguire la “tendenza musicale” del momento ma mantenendo inalterato il sound che per primo li aveva caratterizzati e portati al successo.

Parte di quella bravura che associamo ai migliori produttori in giro per il mondo è data dal sapersi rinnovare, lasciando però che i propri fan riconoscano lo stile che tanto li appassiona dal primo momento in cui sentirono una canzone dell’artista in questione.

Stupire, tuttavia rimanendo unico, è proprio quello che ha fatto Tchami con la sua ultima traccia “After Life” feat. Stacy Barthe dal nuovo EP chiamato “The After Life”, in arrivo prossimamente.
Ci aveva già emozionato diverse volte con le sue precedenti produzioni, tra le più importanti Untrue pubblicato su Spinnin’ Records oppure Promesses feat. Kaleem Taylor, ma quest’ultimo masterpiece lo pone un gradino al di sopra dei suoi colleghi.

Come ha spiegato lo stesso Tchami questa canzone contiene la spiritualità profonda che caratterizza la sua persona, infatti il vocal ripete più volte la frase “Where do I go in the Afterlife?” per poi culminare in uno stupefacente ed energico drop.

SoundCloud Link: https://soundcloud.com/iamtchami/tchami-after-life-feat-stacy-barthe

Sarà difficile spostare questa traccia dalla parte alta di tutte le più importanti classifiche musicali, inoltre, se questa è l’apertura del 2015, per il produttore francese si prospetta un anno di inconstrastato successo.

 

Follow Tchami:
https://twitter.com/iamTchami
https://facebook.com/iamtchami
https://instagram.com/tchami

 

 

About Gregorio Citterio

Studente di Informatica Musicale presso l'Università Statale di Milano, appassionato di musica elettronica e sound design. Autore delle rubriche "Serum Tutorial" e "The Dark Side of EDM".

View all posts by Gregorio Citterio