Si è conclusa con risultati estremamente positivi la 4° edizione di Nameless Music Festival!

Sono stati 24 mila i giovani appassionati da tutto il mondo (si, lo si può dire) che si sono radunati a Barzio, nella piana della “Fornace”, per la manifestazione che ha visto sul palco i migliori deejay in circolazione e non solo. Lo spettacolo non è mancato per la gioia di tutti i presenti e possiamo dire che il festival ha raggiunto una nuova dimensione, la quarta! Infatti la caratura dei grandi ospiti internazionali è andata via via aumentando nel corso di questi quattro anni di Nameless e inoltre, in questa edizione, la società lecchese aNight ha inserito un secondo grande palco, sempre al riparo di una tenso-struttura, dedicato alla musica hip-hop. Un’apertura a un genere amatissimo da giovani e giovanissimi a livello mondiale e che ha permesso di portare a Barzio artisti del calibro di Fred de Palma, Jake la Furia, Salmo e tanti altri.

Line up NMF16

Anche noi di youBEAT non potevamo di certo mancare ad uno degli eventi più importanti per la musica elettronica in Italia e vi abbiamo tenuto compagnia in questi tre giorni con le nostre “Flash Interviews” a cura del fondatore Matteo Villa, oltre a foto e video anche in live direct su facebook.

yb flashinterviews

Ecco il recap del nostro partner videomaker Capedit, per questo come molti altri eventi precedenti e futuri!

Sicuramente l’attesa dei numerosi fans era per i tre top djs, che sono andati a chiudere i tre giorni di Nameless, ma molti altri artisti hanno sicuramente sorpreso con set molto particolari e avvincenti.

Il primo giorno si è aperto con l’esibizione di due dei quattro vincitore del contest di Nameless. Ad aprire le danze è stato il giovane DEIVEED e successivamente è toccato ad EDMMARO, vero e proprio fenomeno del momento, suonare nel main stage. Il suo dj set molto particolare ha rispecchiato il mix per il contest, tanto apprezzato dai suoi fans, che sono accorsi anche in questa esibizione per sostenerlo e ballare sulle note dei suoi mash up e remix. Dopo i due vincitori del contest si sono esibiti dei giovani talenti italiani: Rulezz, Haxon & Rush e SLVR.

Una volta terminato il dj set del giovane SLVR, hanno calcato il palco due pezzi grossi delle musica italiana, ovvero Madwill e Simon de Jano. I due dj hanno replicato la splendida esibizione dello scorso anno e si sono rivelati tra i djs più amati dai fans di Nameless. Dalle 18:00 sono arrivati i primi artisti internazionali: il primo a calcare il palco del main stage è stato Jonas Blue. Il dj e producer inglese, noto per la hit “Fast car”, è stato una delle più piacevoli sorprese di giornate grazie ad un dj set molto coinvolgente e alla presentazione della sua nuova release “Perfect strangers”.

Parlando sempre di nuove uscite passiamo all’intro del set successivo, quello di Lush & Simon, che hanno presentato la loro nuova traccia “Th3 One” in uscita il 27 giugno su Doorn Records. Dopo i due promettenti italiani è stato il turno di un altro duo, quello dei Moksi, che hanno portato nel main stage il loro remix di “Deep Down Low”, la traccia EDM più suonata di tutto il 2015 e anche di questo Nameless. Successivamente il main stage ha fatto da sfondo all’esibizione di Borgore. Il dj israeliano ha fatto ballare tutta la folla grazie alla giusta combinazione di Trap, Dubstep e Electro House. C’è stato anche un simpatico siparietto quando Borgore ha pronunciato una breve frase in italiano (Viva la F***!, ndr) che ha mandato in visibilio tutta la folla.

Ad infiammare il numeroso pubblico è arrivato poi un caro amico di Nameless, ovvero Benny Benassi. Il suo set è stato sorprendente: ha spaziato dalle ultime hit fino ai suoi classici, tra i quali non poteva di certo mancare “Cinema”.

Per la chiusura di giornata tutto il pubblico di Nameless si è riversato nel main stage per assistere al dj set di uno degli ospiti più attesi, ovvero Nicki Romero. Il suo set è stato uno dei migliori del festival: scelta musicale perfetta e drop micidiali, accompagnati da uno splendida scenografica alle spalle del dj olandese. La chiusura con le sue ultime hit “Warriors” e “Lighthouse” ha mandato in visibilio tutti i fans: si è potuto andare a letto felici.

Credits: Capedit
Credits: Capedit

Il day 2 si è aperto con l’esibizione di Marble, uno dei vincitori del contest, ma l’attesa di tutti i fans era per l’ospite più atteso, Alesso. Successivamente si sono esibiti altri giovani e promettenti djs come Fraanklyn, OOVEE, Delayers (appena usciti con il loro nuovo EP su Nameless Records) e Przi.

Sul palco principale poi è stato il turno dei Daddy’s Groove e dei Chocolate Puma, colonna portante della musica house da oltre 20 anni. Ad infiammare la folla ci hanno pensato poi Jacob Plant e il giovane Wiwek, vera e propria sorpresa del day 2 con il suo sound “Jungle Terror”.

A concludere al meglio la giornata è arrivato un piccolo siparietto su Twitter tra Alesso, Merk & Kremont e Fedez. Il set del giovane duo italiano è stato uno dei migliori del festival e ha presentato al meglio l’arrivo della star svedese. Alesso però su Twitter, qualche minuto prima della sua esibizione, ha pubblicato un tweet provocatorio riguardo alla scelta musicale dei suoi predecessori, ovvero Merk & Kremont. La difesa dei due giovani italiani è stata presa dal rapper Fedez, che ha combattuto con Alesso a suon di tweet. Nonostante tutto, la chiusura del secondo giorno è stata veramente spettacolare: Merk & Kremont hanno confermando sempre di più la loro crescita sia come djs, sia come produttori e per loro si prospetta un futuro sicuramente roseo. Allo stesso modo l’esibizione di Alesso ha rispettato le altissime aspettative di tutti i fans, giunti da ogni parte del globo. La scelta musicale del dj svedese è stata perfetta e ha regalato una serata da ricordare e da inserire negli annali di Nameless.

Credits: Capedit
Credits: Capedit

Ad aprire le danze nel day 3 è stato il quarto e ultimo vincitore del contest, ovvero Alex Price. Successivamente si sono esibiti dei giovani talenti, appartenenti alla grande famiglia Nameless: Goja, Becko, Usai e Reebs.

La prima sorpresa di giornata è arrivata poco dopo le 17 con l’entrata in line up di Not For US. Il giovane dj italiano, finalista dell’ultima edizione del programma televisivo Top Dj, ha sostituito Anouk Matton, in arte MATTN, costretta a saltare il Nameless per un piccolo problema di salute. Dopo di lui ha calcato il palco principale Cesqeaux, talento olandese della Barong Family, etichetta fondata dagli Yellow Claw che sta dominando la scena bass mondiale.

Successivamente il mai stage ha fatto da sfondo all’esibizione di 2 duo italiani molto diversi tra loro: prima i Cyberpunkers hanno portato in scena il loro stile e la loro passione per il cyberpunk e poi i Marnik hanno proposto un set molto particolare, partito da 108 bpm fino ad arrivare ai 180 bpm.

Dopo di loro è stato il turno di Snails, uno dei produttori che ha maggiormente rivoluzionato la scena bass mondiale grazie all’invenzione di un subgenere, denominato “Vomitstep”.  Dopo aver conquistato gli Stati Uniti e dopo aver collezionato numerosi “sold out” in tutti i più importanti club e festival internazionali, Snails ha entusiasmato anche tutti i fans di Nameless che hanno scoperto un vero e proprio artista prodigio.

A chiudere al meglio la giornata e questa quarta edizione del Nameless Music Festival ci hanno pensato il trio olandese degli Yellow Claw e Fedde Le Grand.
Entrambi i set sono stati molto apprezzati dal pubblico di Nameless e hanno regalato una degna chiusura al festival.

Credits: Nameless
Credits: Nameless

Anche questa edizione del Nameless Music Festival è andata in archivio, lasciando però bellissimi ricordi nel cuore di tutti gli appassionati, giunti da ogni parte del globo. Proprio la passione è quella che ha spinto, quattro anni fa, il giovane gruppo di aNight a proporre anche in Italia un festival di musica elettronica. L’idea si è rivelata azzeccata e ogni anno la qualità del Festival sta sempre più aumentato, tanto che tutti i fans stanno già attendendo con ansia la prossima edizione! #KeepOnDreaming

di Valerio Pennati

Credits: Nameless
Credits: Nameless

Previous post

NEW MusiCollage of the Week [6-12 Giugno 2016]

Next post

[yB DJ-TECH] OLD VS NEW

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *