E anche quest’anno i tre giorni più “veloci” del calendario sono volati: 1, 2 e 3 giugno sono stati segnati sempre da un mix di emozioni, lacrime, urla, musica. La musica di Nameless Music Festival: The Leading Dance Festival in Italy.

Com’è andata la sesta edizione? Se non fai parte dei 40.000 che hanno partecipato all’evento, te lo raccontiamo noi!

La “trama” la conoscevamo tutti, le timetables le sapevamo a memoria per poter combaciare i nostri artisti preferiti (sono passati più di 50 artisti, ndr) del Main stage con quelli del Radio 105 Stage e del Nameless Igloo; magari poi mangiando anche un panino al volo durante il set che meno ci interessava. Ma come i racconti più belli, il finale è (quasi) sempre inaspettato; soprattutto se in consolle ci sono le nostre bandiere italiane: inaspettato l’ingresso di Bello FiGo che durante il set di EDMMARO canta “Pasta con Tonno”. Premiato come “best trash moment” del festival, il dj con la maschera di Hardwell si conferma ancora una volta catalizzatore di massa, capace di sorprendere il suo pubblico, che di anno in anno è sempre maggiore. Emozionante l’intro e il finale del set di Merk & Kremont, che all’inizio fanno salire sul mainstage due “mini-M&K” e alla fine Ady Suleiman per cantare una versione acustica della loro “Sad Story”. E poi, durante il set dei Vini Vici, una coppia sale sullo stage e lui chiede – davanti a tutti – alla sua dolce metà di sposarlo. Solo chi ha partecipato al Nameless può capire di cosa stiamo parlando.

Notevoli anche il Radio 105 Stage con le esibizioni dei grandi rapper italiani Fabri Fibra Guè Pequeno, Sfera Ebbasta anche lo stage “igloo” (l’evoluzione dello chalet e della casetta degli anni scorsi), che raggiunge l’apice con il formidabile set del tedesco Format B.


Ma quali sono le canzoni che sono state suonate di più durante il festival?

Durante le oltre 30 ore di festival, diverse tracce si sono ripetute più volte nei set. Parliamo sicuramente di “Hot Drum” di JOYRIDE, “Chicken Soup” di Skrillex, “Magenta Riddim” di DJ Snake, “Whistle” di 4B. Non poteva mancare il tributo alla scomparsa del giovane Avicii, in quasi tutti gli slot abbiamo sentito una “Levels” o “Fade Into Darkness” che ce lo ricordasse.

Steve Angello – NMF18 [credits Salvatore Calabrese]

E ora, cosa dobbiamo aspettarci da Nameless Music Festival 2019?

Il conto alla rovescia al prossimo Nameless è già scattato. Un anno non è poi così lungo e fra qualche settimana saranno già in vendita i biglietti. Il fanta Nameless è presto per farlo, ma chi chiede Marshmello, JOYRIDE, DJ Snake c’è già. Sia Don Diablo, che Steve Angello e Axwell Λ Ingrosso, hanno dimostrato tutto il loro affetto al festival di Barzio.

L’annuncio di un tour degli Swedish House Mafia nel 2019 fa sperare anche ad una data tutta italiana. La lista dei dj che non sono ancora passati da Nameless è lunga: vedere Martin Garrix, The Chainsmokers o KHSMR non è poi così improbabile viste le numerose date che fanno in giro per la nostra penisola. Ricordiamoci che il secondo anno consecutivo di Kayzo è frutto anche di una raccolta firma da parte dei fan.

E tu chi vorresti sentire l’anno prossimo? Le pagine ufficiali del Nameless le sappiamo e un commento può essere sempre utile per poter sentire il nostro dj preferito nel nostro festival preferito!

Parte del team youBEAT al #NMF18

Nel frattempo resta sintonizzato sui nostri profili per le interviste che abbiamo fatto durante i tre giorni di festival e rivivi tutta la storia di Nameless attraverso “youBEAT racconta: Nameless Music Festival

About Jacopo Casalaspro

Architetto di giorno, esploratore della club culture di notte. Appassionato di musica elettronica, radio e music-travelling, puoi trovare piccoli stralci della mia vita sul mio Instagram @djacopo93 In the place to be!

View all posts by Jacopo Casalaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *