Il sole di Ibiza scotta sempre di più su Marco Carola.
Dopo essere finito nei guai per aver annunciato lo spostamento della sua residency del Music On al Pacha lo scorso Febbraio, la superstar techno di origini napoletane si è vista recapitare una denuncia da ben 2.4 milioni di euro da parte di Amnesia, storico locale che ha ospitato per ben 8 anni Carola e le sue serate, intimandogli un “Cease And Desist”.

Nonostante ciò lo scorso 18 Maggio, disobbedendo ai suoi obblighi contrattuali, Marco Carola ha portato l’apertura del Music On al Pacha per la prima data della stagione, causando le ire non solo della casa che l’ha ospitato per anni, ma anche del suo ex promoter “It’s All About The Music” che ha unito le forze con Amnesia per un’ulteriore causa multimilionaria da 4.38 milioni di euro per aver rotto la clausola di esclusività che il dj aveva con il superclub ibizenco e coi suoi promoter, come racconta il blog Diario De Ibiza.

View this post on Instagram

@destinoibiza opening … great energy, great vibe!!! 🔰

A post shared by Music On (@musiconofficial) on

Nessuna dichiarazione è ancora pervenuta dai canali ufficiali del re della techno, nonostante l’artista si sia presentato lo scorso 22 Maggio davanti ai giudici per ribadire la sua estraneità ai suoi obblighi contrattuali, sta di fatto che le successive date già annunciate al Pacha sono ancora ufficialmente confermate, nonostante questo porterà a una reiterazione del reato secondo i legali di Amnesia e “It’s All About The Music”.

Per ora i giudici hanno predisposto il sequestro dei beni e delle proprietà del dj partenopeo, oltre che alle paghe delle sue successive serate, per rientrare nelle cifre della sanzione amministrativa multimilionaria, ma sono ancora poco chiari i possibili risvolti della faccenda.

Ieri Marco Carola si è esibito nuovamente al Pacha con Music On e restano ancora in cartellone le successive 18 date che porteranno alla chiusura della stagione il prossimo 10 Ottobre.