Venerdì 12 aprile si è avverato un sogno per moltissimi appassionati di musica elettronica. Il dj & produttore americano Nicholas D. Miller, conosciuto come Illenium, con le sue sonorità future bass e non solo si è esibito per la prima volta in Italia al Fabrique di Milano e la risposta del pubblico è stata sbalorditiva.

Locale pieno di bandiere e merchandising di Illenium. Un mix di emozioni, un passaggio continuo, repentino, da tracce emotional con relativi momenti strappalacrime, fino ai poghi più intensi.
Di seguito l’intro:

Considerato da tutti come uno show da non perdere, un live nuovo, unico e mai sentito in Italia. Un’occasione imperdibile per chiunque, chi più appassionato dell’artista chi meno.
Sarebbe stato insomma. E così è stato.

Illenium ha un atteggiamento molto riservato nei live, non parla troppo ma lascia che sia la musica a parlare per lui, e nonostante ciò l’artista riesce a trasmettere la sua energia e quella della sua musica in maniera chiara e decisa. Non ha mollato un secondo, nessun momento noioso, nessun momento di pausa; l’emozione è stata al 100% per un’ora e mezza di fila. La serata è stata la dimostrazione di come un genere anche se così di nicchia come quello della Trap music, Future bass e Dubstep possa adattarsi benissimo ad un locale dell’importanza del Fabrique.

Illenium @ Fabrique Milano - Credits: Fabio Izzo
Illenium @ Fabrique Milano – Credits: Fabio Izzo

Ad attrarre l’attenzione è stato un cartellone mostrato da un fan che incitava l’artista a suonare la nuova traccia in collaborazione con i The Chainsmokers, che non è stata ancora rilasciata ma dopo la premiere all’Ultra Miami ha già conquistato moltissime persone. Illenium però non l’ha suonata al Fabrique e ora a tutti non resta che aspettare l’uscita del disco.

Tra le impressioni della gente sui social non abbiamo trovato nemmeno un commento negativo sulla serata, cosa davvero rara per qualsiasi evento musicale, soprattutto se riguarda la musica elettronica, mondo sempre più discusso e soggetto a critiche da parte dei fan. Invece questa volta nessuno aveva niente da dire se non che non riusciva a sentire nessuna parte del corpo.

La nostra reporter Martina avuto l’opportunità di incontrare Illenium e la prima cosa passata per la testa è stato dirgli che sarebbe dovuto tornare. Lui ha risposto ‘Yeah, of course. Listen, They are still screaming!’, riferendosi a tutte le persone che a musica spenta, luci accese erano ancora in pista a urlare e farsi foto per ricordare la serata, carichi ancora dall’adrenalina del set.

Questa è l’impressione dell’Italia che gli abbiamo lasciato e non possiamo che esserne fieri. A nostro avviso il pubblico italiano ha davvero bisogno di più serate di questo spessore e carica emotiva.