Lasciatevi travolgere da una produzione molto particolare: stiamo parlando di Glass Heart, nuova collaborazione tra AzKoo e Marrel che è uscita lunedì 4 settembre sull’etichetta trentina TVRN Music.

Glass Heart è la prima traccia del Genres EP, rilasciato dalla label TVRN Music e ha avuto una gestazione abbastanza lunga come ci racconta lo stesso AzKoo.

«Inizialmente Glass Heart – che aveva anche un altro titolo – doveva essere solamente una base da utilizzare come sottofondo in un video di danza. Alla fine però non è mai servita per questa situazione: così io e Marrel abbiamo deciso di strutturarla come una traccia vera e propria»

Anche la collaborazione tra i due artisti è nata quasi per caso, grazie ad un semplice messaggio.

«Marrel lo conosco da circa due anni – racconta AzKoo – Un giorno mi ha inviato un link di souncloud per chiedermi un parere su una sua produzione. Io mi sono subito innamorato della sua traccia e, mentre l’ascoltavo, mi sono venute in mente idee per migliorarla: così gli ho proposto di iniziare a collaborare insieme e lui ha accettato subito!»

A sinistra AzKoo e, a destra, Marrel

Tornando a Glass Heart la produzione di AzKoo e Marrel colpisce fin dal primo ascolto e si avvicina molto alla chill trap, anche se non rispetta a pieno tutti i canoni principali di questo genere. Questa nuova produzione risulta inoltre perfetta per rilassarsi comodi sul proprio divano o anche all’aria aperta, magari guardando un bel cielo stellato.
Proprio la chill trap sembra essere diventato il genere di riferimento per AzKoo.

«Il progetto AzKoo è nato circa un anno fa inizialmente per produrre musica dubstep, ma poi ho notato che avevo ottime idee sperimentando intorno alla chill trap: così ho deciso di spostarmi e focalizzarmi a pieno su questo genere, ma sempre con suoni sperimentali. Questo si può notare già nelle mie prime releases, ma anche in quelle che ho in cantiere pronte ad uscire»


Follow AzKoo
FB: https://www.facebook.com/azkoopage
SC: https://soundcloud.com/azkoo-official

 

Previous post

[Speciale NMF17] Intervista al norvegese Matoma: «Non ho mai visto un pubblico come quello al Nameless»

Next post

Weekly MusiCollage [11-17 Settembre 2017] | youBEAT

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *