“Chi sarebbe Gianluca Vacchi?!” Una domanda che raramente si sente pronunciare, dato l’enorme successo mediatico che l’ormai ex imprenditore bolognese è riuscito ad attirare su di sé a causa della sua personalità particolarmente prorompente. Gli ammiratori più affezionati lo vedono come una vera istituzione dei social network, Instagram in particolare, da cui ha tratto buona parte del suo successo grazie agli ormai celebri “balletti” che lo hanno portato sulla bocca di tutti, nella buona o cattiva sorte. In più, negli ultimi mesi, Gianluca Vacchi è inaspettatamente entrato nel mondo dell’EDM, rilasciando tramite la Spinnin Records la sua prima canzone “Viento“, che conta ormai oltre 10 milioni di visualizzazioni su Youtube, rappresentando pienamente la personalità latineggiante del 51enne milionario.

Ora manca sempre meno alla sua seconda release ufficiale, prevista in uscita il 2 Febbraio sempre su Spinnin Records e che prenderà il nome di “Trump It“.

Per festeggiare la nuova traccia di Gianluca Vacchi è stato indetto un interessante contest, che permette al suo vincitore di volare fino a Miami per conoscere direttamente l’artista bolognese e per poter prendere parte ad uno dei suoi ormai classici video virali in cui si avrà la possibilità di ballare a fianco della celebre star del web. Il vincitore verrà scelto in modo assolutamente casuale e verrà selezionato tra coloro che inseriranno in pre-save nella propria libreria Spotify il nuovo singolo “Trump It”.

Chiunque, quindi, può candidarsi e sperare di potersi aggiudicare la possibilità di ballare al fianco di Gianluca Vacchi e, perché no, anche di diventare una nuova star dei social strappando un selfie al “Re” di Instagram!

Pre-Save “Trump It”: https://www.spinninrecords.com/releases/trump-it/

About Matteo Florio

Fiorentino, laureando in Mediazione Linguistica e Culturale, Bass-Addicted sin dalla nascita e grande appassionato di Club Culture. Vivo la mia vita a suon di BPM e cerco di raccontare a 360° la mia più grande passione: la Musica Elettronica.

View all posts by Matteo Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *