Dopo il “Future Tour” negli USA e il “Better Future Tour” in Europa, il dj e producer olandese Don Diablo ha aggiunto un importante tassello alla sua carriera. L’8 dicembre il pilastro della Future House si è infatti esibito all’AFAS Live nella sua città natale, Amsterdam, al suo più grande live solo show: Don Diablo Future XL.

Noi di youBEAT non potevamo certamente mancare. Così la nostra reporter Stefania, nonché grande sostenitrice dell’artista, è andata a farsi un giro nella capitale olandese per raccontarvi com’è andata. 

Calano le luci, e mi attendono quattro ore di puro Don Diablo. Particolarità dell’evento più lungo del fondatore di Hexagon? Sicuramente la selezione musicale: un set composto solo ed esclusivamente da produzioni proprie. Niente di tutto quello che ci si potesse aspettare, niente special guests, niente tracce di altri artisti da suonare e remixare dal vivo.

La scaletta prevede un melting pot: dagli esordi con “Starlight (Could You Be Mine)”, “M1 Stinger” e “Black Mask”, alle sue più grandi hits come “Cutting Shapes”, “On My Mind” e “Chemicals”, ma anche ai suoi remix di artisti del calibro di Ed Sheeran, Coldplay, Rihanna e Madonna.

A fare la differenza dai precedenti live, l’ascolto in anteprima mondiale dei suoi esclusivi brani in uscita nel 2019, che vi assicuro essere una bomba.

I fan sono in visibilio, applausi scroscianti e urla di gioia. Il 90% degli Hexagonians indossa l’esagono della label ovunque: sulle bandiere, sulle felpe, sulle tasche dei jeans e persino sulle guance. Mi giro e noto che qualcuno mentre canta non riesce a trattenere le lacrime, incredulo per ciò che sta provando.

Evento sold out già da agosto, in 6000 persone per la tappa olandese. Don Diablo con tutta la sua umiltà ringrazia ripetutamente, fino ad ammettere di non aspettarsi il calore di migliaia di supporters, giunti da ogni parte del mondo solo per lui.

Circondato da decine di metri quadrati di ledwall, laser e cannoni di CO2, anche stavolta il dj 7° nella classifica Top 100 DJs di Dj Mag riesce a mettere in piedi uno spettacolo davvero notevole, capace di stupire dal primo all’ultimo secondo.

Che sia solo l’inizio di un nuovo tour targato Future XL? 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *