youBEAT è stato Media Partner del closing party di Sabato 23 Aprile 2016 della stagione invernale di eXperience @ Gilda musicHall (Vicenza).
Special guests il grande duo inglese Third Party, per la 3° volta in Italia!

sdcsc


Cominciamo con i complimenti allo staff di eXperience per l’organizzazione dell’ evento: location decisamente soddisfacente per qualsiasi amante del clubbing EDM coronata da chicche tecniche come un impianto da 140 dB a livello del pavimento che ha fatto decisamente scintille durante tutti i dj set,  impatto visivo a livello di luci e effettistica davvero notevole e una quantità spropositata di coriandoli e CO2 in grado di sommergere completamente la folla.

Il club è risultato una vera e piacevole sorpresa, distaccata infatti dalla Main Room era presente un’altra sala dedicata ai generi Reggaeton/Trap e vi era anche uno spazio all’aperto per coloro che volessero allontanarsi dalla musica martellante all’interno del locale.

La serata è stata ovviamente costruita intorno al set degli Special Guests: i primi set di apertura hanno decisamente fatto il loro lavoro, tirando in pista tutti i presenti già dall’inizio e incominciando a far movimentare l’evento che ha raccolto un ingente successo arrivando a raggiungere quasi il Sold Out.

1

Sonorità Electro House e Progressive alternate a tracce commerciali sono quelle che han caratterizzato i mix dei primi dj saliti in consolle che han riscontrato fin da subito il calore di tutti gli ospiti: dalla zona del locale privata da dove abbiamo seguito e poi intervistato gli artisti abbiamo infatti potuto constatare come sin da subito la pista fosse già decisamente piena, dato da non sottovalutare e che rende onore anche alla bravura dei dj scelti per l’occasione.

Verso mezzanotte e mezza tuttavia inizia il vero e proprio delirio, i Third Party cominciano a suonare e regalano emozioni non-stop per quasi 2 ore di set: di certo non han bisogno di presentazioni e nemmeno la loro musica; da collaborazioni con Steve Angello a produzioni uscite direttamente dal loro singolo talento ogni loro disco è stato suonato dai migliori artisti internazionali nei più importanti festival e club.

2

Noti per il loro Progressive House energico e articolato hanno fatto sognare tutti i presenti miscelando anche delle vere e proprie bombe a mano da dancefloor come “Barricade” di Axwell e tracce Big Room aggressive. Ad ogni loro produzione da “Everyday of my life” a “Waiting” ci siamo trovati elettrizzati dall’energia trasmessa a tutto il locale.

Dopo la loro performance sono saliti in consolle i BREAKERS, resident e ideatori delle serate di eXperience che hanno decisamente tenuto ancora alta l’adrenalina del locale; non era infatti facile continuare sullo stesso livello dei colossi che li hanno preceduti ma non hanno mancato il momento di dire la loro con una grande quantità di “bangers” tipiche del panorama Big Room.

L’evento conclusosi alle 4 si è di sicuro guadagnato un posto di importanza all’interno della scena del clubbing EDM nel nord Italia: non solo l’organizzazione è stata in grado di portare degli artisti di alto calibro ma tuttavia non scontati o mainstream, ma ha tenuto alta la reputazione del nostro paese che ha bisogno di molti altri eventi come questo per poter essere riconosciuto come meta importante per gli artisti in cima alle classifiche.

Un rigraziamento speciale va a Capedit che in collaborazione con noi di youBEAT ha realizzato le foto e i video che vedrete in questo articolo e sulla nostra pagina facebook, ai Third Party per la disponibilità mostrata nel raccontarci le loro sensazioni e la serata dal loro punto di vista e a tutto lo staff di eXperience per aver dimostrato professionalità e averci concesso l’intervista riportata di seguito.

3

  • Quando e come è nato il progetto eXperience?
  • Il progetto di per sè nasce circa 4 anni fa dall’idea di voler creare, completamente con le nostre forze, un’ organizzazione per eventi legati alla realtà EDM. prende tuttavia il nome di eXperience circa due anni dopo quella data: infatti questa è la prima stagione che facciamo all’interno di un club. Volevamo creare un progetto caratterizzato da una componente visiva importante e spettacolare che avesse un impatto sul pubblico diverso da quello che si può trovare in altri locali.
  • La stagione che si è appena conclusa è stata decisamente un successo, sia dal punto di vista degli artisti invitati sia dal riscontro ottenuto dal pubblico; come descrivereste questa vostra avventura?
  • Sorprendente! Non ci aspettavamo un risultato così buono. Eravamo partiti con delle aspettative, e nei nostri piani non c’era di invitare tutti questi guests, ma ci abbiamo provato e devo dire che è stato fantastico. Abbiamo fatto molti sacrifici perchè siamo in sei ragazzi e non ci siamo fatti sponsorizzare da nessuno, è stata dura ma alla fine siamo stati ripagati.
  • Quali sono i vostri piani futuri?
  • Il progetto continuerà sulla stessa identica linea, cercheremo di fare nomi sempre più grossi supportando anche artisti nella loro crescita. L’importante infatti è anche dare una possibilità a chi ha talento e si vuole far conoscere. Abbiamo anche un side project chiamato “SHAKE” per la stagione estiva, che vuole dare spazio a sonorità diverse da quelle EDM come l’Hip-Hop e il Reggaeton.
  • Qual è il punto di forza di eXperience?
  • Decisamente l’organizzazione dall’inizio alla fine della serata: facciamo in modo che non si creino code, che ci sia sicurezza e un buon impianto audio-luci che è una caratteristica importante dei nostri eventi.
  • Sulla vostra pagina FB avete scritto che non vi vedremo mai seguire la moda o la massa ma solo le vostre idee, qual è la vostra ideologia di clubbing?
  • Non vogliamo proporre qualcosa di già visto o scontato, i Third Party per esempio sono degli artisti famosi ma comunque più di nicchia. Per noi è importante differenziarci dai locali della zona.
  • L’ultima domanda riguarda la vostra motivazione: cosa vi spinge ad andare avanti in un mondo così saturo come quello della musica elettronica e dell’organizzazione di eventi?
  • La nostra voglia di unicità e ovviamente la passione, credo che siano due motivazioni più che valide per provare a portare in alto questo progetto.

11


Follow eXperience:
https://www.facebook.com/experiencemusicx
http://www.torriland.com/EMF

Follow Third Party:
http://www.thirdpartypresents.com


 

About Gregorio Citterio

Studente di Informatica Musicale presso l'Università Statale di Milano, appassionato di musica elettronica e sound design. Autore delle rubriche "Serum Tutorial" e "The Dark Side of EDM".

View all posts by Gregorio Citterio