donald-trump21
17 Giugno 2016: Nella suggestiva città di Las Vegas, in Nevada (USA), si sta svolgendo EDC, uno dei più belli e coinvolgenti festival di musica elettronica, mentre la campagna elettorale diventa sempre più intensa.

Sul palco si esibiscono i grandi nomi della scena musicale dance, tra di questi vi è Don Diablo, dj e produttore olandese famoso per diverse hit: Chemicals (con la collaborazione di Tiësto), Starlight, Tonight e molte altre.

Circa al minuto 22.50 del suo set, l’artista propone una traccia particolare “LEDINSKY – Donald Trump Makes Me Wanna Smoke Crack”, la cui traduzione è “Donald Trump mi fa venire voglia di fumare crack”.

La canzone è tutt’altro che politicamente corretta ed è accompagnata da un piccolo discorso del produttore olandese in cui esprime il proprio disappunto riguardo Trump e invita “a fare la scelta giusta” ovvero a non votare Donald Trump alle presidenziali di Novembre.

don-diablo-edc-las-vegas-2016-pic

Don Diablo non è il primo Dj che si schiera contro il magnate newyorkese, oltre a lui sono stati emblematici i casi del Dj e producer russo-tedesco Zedd che in un tweet del 10 Febbraio 2016, ha dichiarato che se Trump divenisse Presidente degli Stati Uniti sarebbe tornato in Germania.

Anche Tommie Sunshine e Porter Robinson, forse più legittimati a dire qualcosa in quanto americani e diretti interessati alle elezioni americane, non daranno il loro voto al candidato repubblicano.

Anche i The Chainsmokers, il duo tutto americano tra i più in voga del momento grazie ai loro successi trasmessi dalle radio di tutto il mondo, “Roses” e “Don’t Let Me Down”, all’UMF di quest’anno hanno dichiarato di non voler votare Donald Trump e il giorno successivo nel loro profilo Twitter hanno posto l’accento sul fatto che la loro libertà di opinione deve essere rispettata in quanto loro rispettano quella di tutti gli altri ma che nella loro posizione gli è sembrato corretto esprimersi riguardo questo delicato tema, affinché le loro parole possano fare la differenza in favore di qualcosa in cui credono fermamente.

maxresdefault

Il più duro con le parole è però stato MAKJ, che durante lo stesso UMF dei Chainsmokers, ha innalzato un coro contro lo stesso Trump.

Non è la prima volta che le star della musica, non solo della scena EDM, si schierano a favore del candidato democratico, basta ricordarsi delle elezioni di Obama in cui i più influenti cantanti, attori e registi si erano schierati a suo favore.

Donald Trump nonostante non sia amato dalla comunità artistica a causa delle sue discutibili idee, è riuscito a guadagnarsi la nomina di candidato per la Casa Bianca.

Adesso ci sarà solo da aspettare Novembre e vedere se potrà sedersi nello Studio Ovale.

Di seguito i links di alcuni set:

Don Diablo @ EDC Las Vegas

Zedd tweet

MAKJ @ UMF 2016

 

Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *