Le nostre reporter Martina e Stefania hanno incontrato il duo olandese Dubvision, formato dai fratelli Victor Leicher e Stephan Leicher, special guest in data 20 aprile al Number One di Corte Franca.
Hanno colto l’occasione per fare qualche domanda al duo olandese sul loro percorso, le prospettive future e progetti paralleli.

View this post on Instagram

Feeling Euphoric 🦅

A post shared by DUBVISION (@dubvisionmusic) on

ITA

  1. Quando avete deciso di formare il duo? Perché avete scelto il nome ‘Dubvision’?

Stephan: è una domanda difficile, perché in realtà non c’è una risposta così interessante. Abbiamo formato il duo quando io avevo 22 anni e Victor ne aveva 15, solo in seguito siamo arrivati al nome ‘Dubvision’. Non c’è una storia particolare dietro a questo nome, possiamo dire che significa sicuramente che abbiamo una visione chiara di quello che vogliamo fare: musica Progressive House.

  1. Come vi siete appassionati alla musica elettronica? Quali sono gli artisti a cui vi ispirate maggiormente?

La nostra più grande ispirazione era ai tempi ed è tuttora Axwell, è grazie a lui che ci siamo avvicinati al mondo della House Music. Abbiamo grande stima di artisti come Zedd, Alesso, Swedish House Mafia e gli svedesi in generale. Il loro stile svedese di produrre musica, come quello di Avicii, ha grande influenza su di noi.

  1. Siete stati i guest ai più importanti festival EDM, ma anche a diversi club. Come cambia il vostro approccio musicale da una situazione da club ad una da festival?

Non cambia molto, solitamente suoniamo più a lungo nei club, rispetto ai festival. A un festival solitamente si ha a disposizione un’ora o un’ora e mezza, mentre in un club si è più liberi. Stasera per esempio abbiamo suonato quasi due ore. In entrambe le situazioni suoniamo la nostra musica, ma a un festival sappiamo già cosa andremo a suonare perché abbiamo a che fare anche con altri artisti. Non siamo gli unici a suonare, e quindi dobbiamo stare attenti a non suonare le loro tracce, dato che abbiamo fatto molti mashup. In un club è diverso, perché possiamo suonare quello che vogliamo.

  1. Un mese fa è uscito il vostro ultimo singolo ‘Enlighten Me’ con i Syzz. La traccia ha un sound pop, potrebbe diventare la prossima hit estiva?

Non si può mai sapere, però la traccia ci piace molto! I Syzz hanno avuto l’idea, che a noi è piaciuta molto. Ci abbiamo fatto il concept attorno, e pensiamo che sia venuta davvero bene!

Tuttavia, abbiamo un sacco di nuove cose interessanti per l’estate! Quest’estate uscirà un seguito di New Memories, ovvero un’altra collaborazione con Afrojack. Inoltre, abbiamo un paio di tracce originali che verranno rilasciate su STMPD e Armada Music.

Quindi tenete d’occhio i nostri profili social!

  1. Recentemente avete formato il gruppo METAF4R insieme ai FIREBEATZ. Che cosa significa questo progetto per voi?

Siamo grandi amci dei Firebeatz da un sacco di tempo! Abbiamo fatto uno show insieme all’EDC Las Vegas, che è stato immenso, e per questo avremmo voluto fare qualcosa di speciale. Avevamo molta musica che non avevamo mai suonato come Firebeatz o Dubvision, e così abbiamo deciso di metterla tutta insieme in un nuovo progetto e di chiamarlo METAFO4R. Questo è quello che è avvenuto, e le persone hanno davvero apprezzato. Dall’EDC abbiamo raggiunto il mainstage del Tomorrowland ed è stato incredibile…poi abbiamo fatto due show in Cina, faremo uno show quest’estate a Salzburgring, e rilasceremo presto nuova musica.

  1. Siete già venuti in Italia ai Magazzini Generali di Milano e questa era la seconda volta al Number One Disco di Brescia. Com’è stato tornare e com’è il vostro rapporto con il nostro paese?

L’Italia è per noi molto più di un amico! Amiamo il cibo italiano, le persone sono molto amichevoli, tutto è molto gradevole, compreso il clima. La stessa cosa è stata per il pubblico di stasera che ci è piaciuto molto ed è stato davvero carino con noi. Abbiamo ricevuto tantissime reazioni su Instagram, Facebook e Twitter riguardo allo show di stasera. Erano praticamente 16 mesi che non venivamo in Italia ed è stato molto bello tornare e vedere che c’è ancora molto supporto per la nostra musica e per la Progressive House. Amiamo suonare in Italia!

  1. Vantate numerose collaborazioni. C’è un artista con cui vi piacerebbe collaborare?

Stephan: Mi piacerebbe collaborare con Zedd e Rita Ora.
Victor: Swedish House Mafia e Justin Bieber.

  1. Col tempo avete intenzione di seguire l’onda della Progressive House? Oppure dobbiamo aspettarci influenze da altri generi musicali?

Bella domanda, molto interessante! A tal proposito avremmo una risposta bella lunga, ma cercherò di essere breve. Ci atteniamo alla Progressive House, e come Dubvision siamo totalmente dentro questo genere. Se vogliamo esplorare un sound diverso, abbiamo sempre l’altro progetto METAFO4R, che sarà un po’ più elettronico, più “forte”. Il progetto Dubvision continuerà a seguire questo sound, ma la Progressive House con gli anni si evolverà. Quindi principalmente non cambierà il suo genere, ma diventerà la Progressive del futuro: la Future Progressive House, appunto.
__________________

ENG

  1. When did you decide to form a duo? Why did you choose the name ‘Dubvision’?

Stephan: That’s a difficult question because there isn’t any curious answer. We formed the duo when I was 22 and Victor was 15; then we came over the name ‘Dubvision’. There isn’t any very interesting story behind this name, we can say that it can mean that we have a clear vision of what we want to do: make Progressive House Music.

  1. How has Electronic Music become your passion? Who are the artists that inspire you the most?

Our biggest inspiration is Axwell back in the days, that’s why we got into House Music. And then we got more respect for artists like Zedd, Alesso, we all love the Swedish House Mafia and all the Swedish style of making dance music, like Avicii. The Swedes has a big influence on us.

  1. You’ve been guests of the most important EDM festivals, but also of many clubs. How does your way of playing change, musically speaking, from a club situation to a festival one?

Not so much but we usually play longer in a club, compared to a festival. In a festival you have one hour or one hour and a half, while in a club you are freer.

For example, in this club (Number One Disco) we played for almost two hours. So, in both situations we play our music, so it doesn’t matter. However, in a festival we know more what we’re going to play because we’re dealing with other big artists and we have to be very careful of not playing their tracks, since we have made a lot of mashups.

In a club it’s different, we can play everything we want because we are the only ones.

  1. A month ago, your last single ‘Enlighten Me’ with Syzz came out. It has a poppish sound, could it be the next summer hit?

You can never know but yes, we like the song! Syzz sent over the idea, and we loved it. We made the concept around it and we think it’s a great song, but we have a lot of exciting  stuff coming this summer.

We have a follow-up for ‘New Memories’, which is another collaboration with Afrojack. We have a couple of original tracks which are gonna be released on STMPD and Armada Music. So, keep an eye on our social pages!

  1. You recently formed the group together with Firebeatz: METAFO4R. What does this other project mean to you?

Firebeatz have been good friends of us for a long time. We had a show together in EDC Las Vegas, which is huge, and we want to do something special. We had a lot of music that we didn’t play as Firebeatz or Dubvision, so we decided to take all this music and put it in one project and call it ‘METAFO4R’. That’s what happened, and people really liked it. From EDC we got the next booking, which was Tomorrowland in the main stage and that was amazing. Then we did two shows in China and now we’re going to do a show in Salzburgring in the summer, and we are releasing some new music soon. It’s a cool project!

  1. You have already come to Italy at Magazzini Generali in Milan, and this is your 2ndtime here at Number One Disco in Brescia. How do you feel coming back to Italy, and what’s your relationship with our country?

Italy is like friends, but better! The food is crazy, people are nicer, everything is really good, and so is the weather! And the same is for the crowd tonight, we loved it. We got a lot of reactions on Instagram, Facebook and Twitter about this show tonight. It’s been like 16 months that we hadn’t played in Italy, so it’s really good to come back and see that there’s still a lot of love for our music and for Progressive House. We love playing here in Italy!

  1. You’ve got so many collaborations. Is there an artist you would like to collaborate with?

Stephan: I would like to collaborate with Zedd and Rita Ora.
Victor: Swedish House Mafia and Justin Bieber.

  1. Do you think you’ll ride the wave of Progressive House, or will you have different influences from other styles in the future?

Good question, it’s really interesting! We have a long answer to this, but I’ll try to keep it short. We love Progressive House, we are sticking to the Progressive sound as Dubvision. If we want to do a different sound, we have the other project METAFO4R, which is going to be more different, a little bit more electronic, a little bit harder. Dubvision is gonna be this sound, but Progressive House is going be evolving all through the years. So, basically, it’s gonna be Progressive House, and not a different genre: specifically, it’s gonna be Future Progressive House.
_______
youBEAT ringrazia i Dubvision e Number One Disco per l’intervista!