Il Green Valley di Camboriù, in Brasile, è il miglior club al mondo.
A stabilirlo è stato il noto magazine internazionale Dj Mag, che così come per la classifica dei dj (tanto chiacchierata quanto amata), stila ogni 12 mesi una chart dei migliori locali worldwide: Top 100 Clubs.

GREEN VALLEY MIGLIOR CLUB AL MONDO

Per il secondo anno consecutivo “La valle verde” si aggiudica l’ambito scettro di discoteca migliore sulla faccia della terra, quarto successo in assoluto dopo quelli targati 2013 e 2015. Considerato “il paradiso della musica elettronica”, al Green Valley hanno suonato i migliori dj al mondo, da Armin Van Buuren, a Fatboy Slim, passando per Erik Morillo, Carl Cox, Axwell e via discorrendo. Come ricorda Djmag.com, il locale verde-oro era nato come una semplice tenda montata in un campo d’aviazione dismesso, immerso nella giungla brasiliana, e con il passare degli anni si è evoluto fino a divenire il “superclub” che è ora, dove fra una pista da ballo, un privè e un bar, si può trovare persino uno splendido lago.

ECHOSTAGE, USHUAIA, HI IBIZA

Al secondo posto nella Top 100 club 2019 di Dj Mag, che ricordiamo, è votata dai lettori, troviamo l’Echostage di Washington Dc, negli Stati Uniti, altro club da urlo dove la musica elettronica la fa da padrone, e basta vedere le prossime serate, Steve Aoki, Deorro, Galantis, Disclousure, Flux Pavillon, per capirlo. Per trovare invece il primo club europeo dobbiamo spostarci sul gradino più basso del podio, dove troviamo il mitico Ushuaia Ibiza, una discoteca hotel che è un must per chi visita almeno una volta nella vita la isla blanca.

DALLA MEDAGLIA DI LEGNO IN GIU’

La medaglia di legno se l’aggiudica un altro club dell’isola loca, leggasi Hi Ibiza, disco nata soltanto due anni fa ma che nel giro di pochi mesi ha saputo conquistare il cuore della gente a suon di serate da urlo. A completare la top five, il primo club in estremo oriente, lo Zouk di Singapore, che è riuscito ad avere la meglio su altri locali storici in giro per il mondo come l’Amnesia di Ibiza, l’Omnia e l’Hakkasan di Las Vegas, e lo Space di Miami.

E L’ITALIA?

E per quanto riguarda l’Italia? Quattro sono i locali che i lettori di Dj Mag hanno deciso di votare, a cominciare da quello più alto in classifica, il Duel Club di Pozzuoli, in provincia di Napoli, piazzatosi poco sopra la metà della chart, precisamente al 45esimo posto. 14 posizioni più in giù, al 59esimo posto, troviamo un locale storico della movida italiana, leggasi il mitico Tenax di Firenze, tempio della musica techno in particolare negli anni ’90. Segue, al numero 68, il Guendalina, noto locale della notte Salentina, a Santa Cesarea Terme. Infine, all’86esimo posto, si è piazzato il Goa di Roma.

Di seguito la Top 10

🏆 Green Valley (no change)
🥈 Echostage (up 2)
🥉 Ushuaïa Ibiza Beach Hotel (down 1)
#4 Hï Ibiza (up 1)
#5 Zouk Singapore (down 2)
#6 Papaya club @ Zrce beach (re-entry)
#7 Club Octagon (re-entry)
#8 Bootshaus (up 3)
#9 Printworks London (up 5)
#10 Berghain / Panorama Bar (re-entry)
 
#DjMagTop100Clubs2019