Il panorama musicale moderno sforna quotidianamente un’infinità di nomi. In qualche sperduta parte del globo, ogni giorno, qualcuno vuole farcela, vuole raggiungere i suoi obiettivi. I nomi si sa, importanti o meno, quando è il talento a parlare devono farsi da parte. E’ il caso di Amelie Lens, 27 anni, con un curriculum niente male. Drumcode, Etruria Beat e Second State, tanto per iniziare. Chi di voi l’ha conosciuta nell’estate del 2017 grazie all’Awakenings ha davvero tanto da recuperare, ma tranquilli, ci pensiamo noi. Ecco a voi 10 brani di Amelie Lens da non perdere.

Amelie Lens live all’Awakenings.

10. Exhale (Lyase Recordings)

Prima traccia di Amelie, che da il nome all’omonimo EP “Exhale”, rilasciato da Lyase Recordings. La traccia ha una struttura apparentemente semplice, ma è animata da uno spirito oscuro e da percussioni massicce.

9. Linger On (Second State)

Linger On, soffermiamoci su davvero. Traccia che riprende molto lo stile del primo EP, Exhale. Kick compatto e percussioni immancabili. Il tutto arricchito da un vocal onnipresente, capace di mandare in loop chiunque la ascolti in live.

Copertina di “Exhale”.

8. Restless (Elevate)

Cambiamo nuovamente label, ci spostiamo sulla Elevate di Pig&Dan, duo che non ha bisogno di presentazioni. I due si proclamano suoi “big fans” e decidono di promuovere l’EP “Nel”, che segna una tappa importantissima nel percorso di Amelie. In questo EP troviamo “Restless”, non proprio irrequieta.

7. Drift (Second State)

Nuovamente su Second State, Drift fa parte dell’EP “Contradiction”. La “figliol prodiga” è tornata a casa, con un suono minimale, acido, fluttuante nell’etere, capace di creare equilibrio tra tensione e serenità.

6. Checkmate Remix (Etruria Beat)

Questo remix di “Checkmate”, brano dei Reform, è uscito sull’italiana “Etruria Beat” di Luca Agnelli. Amelie ha sfidato il buio con arpeggi ipnotici e ha vinto. Aggiungiamoci anche la premiere del brano su Mixmag: non vi resta che ascoltarla:

Amelie Lens, 27 anni, di Anversa (Belgio).

Prima di addentrarci nella top 5, un piccolo excursus sulla vita di Amelie. All’età di 15 anni  si addentra nel mondo della techno, ne è presto rapita, tanto da viaggiare spesso verso la Germania per ascoltare i Tiefschwarz, duo tedesco nato nel 1996. Con l’aiuto del suo fidanzato muove i primi passi nel mondo del djing, ma è solo all’università che grazie alla passione condivisa con la sua migliore amica Rosalie, prende seriamente in considerazione l’idea di fare della musica la sua vita. Nasce così il suo primo progetto, Søren, insieme all’amica Rosalie, che due anni dopo si sposterà a Berlino, decretando la fine della carriera da duo e ponendo le basi per il suo progetto da solista. Scelta azzeccata, direi. Oggi conosciamo tutti Amelie Lens e le sue produzioni, simbolo di una maturazione artistica avvenuta con costanza, passione e motivazione.

5. Purge (w/ Farrago) (A R T S )

Prima release su A R T S, in collaborazione con Farrago, anche lui belga. Semplicità ed eleganza, non servono altre parole.

4. Forced To Move (Elevate)

Un’altra traccia estratta da “Nel”, EP rilasciato sulla label di Pig&Dan.

Amelie Lens in compagnia della nonna e del papà al festival “Pukkelpop”.

3. Prophecy Remix (Ardor) 

Medaglia di bronzo al remix di “Prophecy”, traccia di Methame, uscito su Ardor, label tedesca.

2. Contradiction (Second State)

Secondo posto per Contradiciton, da cui prende nome l’omonimo EP rilasciato da Second State, di cui fa parte anche “Drift”, il settimo posto di questa classifica. Ancora sonorità acid, ancora TB-303.

1. In Silence (Drumcode)

Il primo posto va di diritto a “In Silence”, prima traccia di Amelie Lens ad uscire su Drumcode, label di Adam Beyer, che vanta diverse prime posizioni nella top 100 di Beatport (tra le più recenti “Blooming Era” di Enrico Sangiuliano). Anche qui tanto acid, o forse dovremmo dire tanti acidi?

La musica ha parlato, c’è una nuova stella nel firmamento, pronta a brillare sempre di più. Se vi siete persi il suo set all’Awakenings, vi consigliamo di dargli un ascolto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *